domenica 25 gennaio 2015

“Campioni “ di solidarietà

In una affollatissima  Sala Alessi , a PalazzoMarino, si è tenuta la XIV edizione del Premio “Il  Campione”, istituito da Mario Furlan, presidente dei CityAngels, per dare un riconoscimento a coloro che si sono distinti come esempio positivo per l’opinione pubblica. Il premio gode del patrocinio del Comune di Milanoo e della Regione Lombardia, oltre all’Associazione Nazionale Magistrati, il Rotary Club la Comunità ebraica e il Caim -Coordinamento Associazioni  Islamiche di Milano.-I vincitori, selezionati da una giuria formata dai direttori dei principale quindici organi di stampa, sono stati:
per la socializzazione- Federico Bastiani, creatore delle “social street”, strade in cui i vicini si aiutano a vicenda. Il fenomeno dalla sua via Fondazza a Bologna, si sta estendendo in tutto il mondo, con ben 320 gruppiper l’assistenza ai poveri- Daniel Canzian, chef allievo di Gualtiero Marchesi, titolare dell’omonimo ristorante a Brera, che distribuisce a sue spese alcune della proprie prelibatezza, in centri d’accoglienza per senzatetto; alla carriera-Don Mazzi, per la Sua Fondazione Exodus, eccellenza nella riabilitazione dei
tossicodipendenti,  giunta al 30esimo anno di attività; per l’assistenza ai profughi- Susy Iovieno, coordinatrice dei volontari che aiutano i profughi in Stazione; per la cultura-Roberto Chiapella, ha aperto una biblioteca di condominio con 5 mila libri, in v. Rembrandt; per lo sport-Emiliano Mondonico,  allena la squadra degli alcolisti anonimi; per gli animali-Luigi Griffini, fondatore di Balzoo- Banco Alimentare Zoologico Onlusus, fornisce gratuitamente cibo per gli animali di persone indigenti; per la salute-Michela Delle Guanti, infermiera volontaria di Emergency che affronta l’epidemia di Ebola in Sierra Leone; per la giustizia-Lucio Nardi, magistrato pavese che ha dato vita a un coro di colleghi per far sentire la vicinanza della istituzioni ai detenuti delle carceri;
per la lotta alla violenza sulle donne-Dvora Ancona, medico chirurgo milanese che effettua interventi di chirurgia plastica su donne che hanno subito violenze deturpanti; per la sicurezza-Gianfrancesco Caccia, ha importato la storica istituzione anglosassone “ Controllo del Vicinato” tramite la quale i vicini cooperano in funzione anticrimine e di solidarietà sociale.E’ stato assegnato anche il premio “Il Campioncino”, per educare i giovani alla solidarietà e alla legalità, a quattro scuole di Quarto Oggiaro, per aver partecipato a percorsi didattici sul civismo, del Comune. La manifestazione si è svolta alla presenza del sindaco G. Pisapia, del vicesindaco A. De Cesaris, degli assessori  P.Maran e P. Majorino, del  presidente Atm B.Rota e diFerrovie Nord C. Malugani, di Milano Ristorazione G. Iacono e  di alcuni artisti testimonial : Alberto Fortis, Ron, Ivana Spagna e Ylenia Lucisano che ha cantato l’inno “Un angelo senza nome”dei City Angels. Questa Onlus  nata a Milano nel 1994, su iniziativa di Mario Furlan ,è costituita da volontari di strada impegnati  a soccorrere emarginati, senzatetto, immigrati tossicodipendenti e anziani,  essi operano anche per la prevenzione e il contrasto della criminalità di strada, in collaborazione con le forze dell’ordine. I City Angels sono presenti in 18 città italiane con oltre 500 membri, di cui la metà donne, con un’età media dai 20 ai 40 anni, con punte fino a 70 anni. Un messaggio positivo di solidarietà in una società spesso indifferente a chi soffre e non ha più speranza.
                                                                  Giuseppina Serafino