venerdì 16 gennaio 2015

VestiMI con gusto

Vestire la città di Milano con gusto, facendo leva sullo splendido connubio di bellezza e cultura, in vista di Expo 2015. Nel contempo riuscire a sensibilizzare ad un approccio più rispettoso e consapevole verso se stessi e l’ambiente circostante. Questo duplice obiettivo orienta il progetto portato avanti dagli allievi del corso di Turismo Culturale e Sviluppo del Territorio della Laurea Magistrale in Economia e gestione dei Beni Culturali e dello Spettacolo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con il docente Prof. Giovanni Bozzetti. Per il quarto anno consecutivo è stato organizzato un evento quale attività didattica di fine corso, teso alla valorizzazione delle risorse culturale e le eccellenze territoriali: arte, moda, cultura, danza gastronomia e musica nella prestigiosa location di  PalazzoCusani, in via Brera, 15. Una manifestazione di grande spessore,  alle soglie dell’ Esposizione Universale , per elaborare strategie condivise di marketing  territoriale mirate all’attrazione di flussi turistici, con la valorizzazione delle risorse urbane. Così come è stato affermato nel corso del dibattito che ha dato avvio alla densa Kermesse alla quale hanno partecipato personalità di spicco come: l’Assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Valentina Aprea, l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, il Presidente della Camera Nazionale della Moda, Mario Boselli, il Vice Presidente Unione Confcommercio, Simonpaolo Buongiardino, e il Direttore vendite U.S.A Missoni S.p.a, Ottavio Missoni Jr. La nostra città e l’intero territorio lombardo, è stato detto a più voci, devono presentarsi in maniera ottimale, curando in particolar modo oltre all’offerta culturale: il decoro, la sicurezza e il trasporto pubblico. Particolarmente apprezzata dal folto pubblico è stata la sfilata di selezionati capi di abbigliamento ed accessori realizzati in modo ecosostenibile, nel pieno rispetto dell’ambiente, con fibre tessili provenienti da abiti usati. Dopo un raffinato intrattenimento musicale e  un servizio fotografico a cura degli studenti dello IED (Istituto Europeo di Design), si è tenuta una Food
performance,  a cura del pluripremiato chef Beppo Tonon. E’stato possibile assistere in diretta alla realizzazione di una originale fusione di arte e cibo, con una scultura che riproduceva un variopinto pavone, fatto con anguria e spiedini di frutta.


Bellissimo anche il quadro che  riproduceva bellissimi fiori  tridimensionali, scaturiti da semplici ortaggi. E’stato un’opportunità per tanti giovani di essere protagonisti di un auspicabile cambiamento, volto al potenziamento delle opportunità di crescita professionale e di promozione culturale del territorio di appartenenza.

                                                                                       Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento