venerdì 20 febbraio 2015

Una Basilicata da “spettacolo”

In una recente conferenza stampa nel corso della Bit di Milano, sono stati presentati i dati sul turismo in Basilicata, a discuterne sono stati chiamati il Direttore Generale dell’Apt Gianpiero Perri, il Direttore della Lucana Film Commission  Paride Leporace, il Presidente di ReteDestinazione Sud , Michelangelo Lurgi e il Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Basilicata, Giovanni Matarazzo.Le statistiche vedono un incremento di 8.7 % di arrivi nel 2014 rispetto al 2013, e più di 29 % rispetto al 2007, a dimostrazione di come la strategia su cui puntare sia la destagionalizzazione, il tema di  Matera Capitale della Cultura 2019 e di come il cineturismo sia una formula vincente. Se si prende a riferimento la popolazione residente in Basilicata, che secondo l’ultimo dato ISTAT, corrisponde a poco più di 578 mila abitanti, possiamo dire che, per la prima volta, ad ogni residente corrisponde un viaggiatore. www. Basilicataturistica.com. Nuovi fattori di attrattività, dal Volo dell’Angelo a quello dell’Aquila, ai format innovativi realizzati in questi anni, oltre  al Parcodella Grancia, hanno catturato sempre più l’interesse dei media. Particolarmente  attivi sono stati gli Enti Parco, i   G.A.L (Gruppo di Azione Locale), i Parchi letterari e i 30 mila fans che sul web, insieme con l’APT,  promuovono la regione.La Basilicata “cinematografica” è ritornata sotto i riflettori dei media internazionali per il remake di  Ben Hur in corso negli antichi rioni della sopracitata città, e per “Noi e la Giulia, film diretto dall’attore Edoardo Leo, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, distribuito da Warner Bros Pictures e che è stato  girato l’estate scorsa. “La vera promozione di questa regione- ha sottolineato Paride Leporace- passa attraverso la collaborazione con importanti case di produzione come, ad esempio,
Cattleya che a Castelmezzano, ha girato il film”La grande seduzione”con Silvio Orlando o la telenovela messicana”Muchacha”, prodotta da Televisa, che ha scelto come set Maratea. Ad attrarre il turismo estero, oltre a quest’ultima località, è il Vulture, la Val d’Agri  e Maratea; gli ospiti esteri arrivano principalmente da Francia, Stati Uniti, Germania e Regno Unito. Si rileva un ottimo piazzamento della pagina face book della Basilicata turistica e la reputazione acquisita con il portale
Lucana Film Commission ha partecipato a differenti progetti dai blockbuster, alle serie tv, dai kolossal americani al cinema d’autore, fino ai cortometraggi di giovani talenti lucani.
Fitto il calendario di attività che si svolgeranno nel 2015, rendendo sempre più appettibili le risorse di una Basilicata che ambisce a connotarsi come meta turistica di grande richiamo, fugando le ombre di un passato poco generoso nei confronti del  suggestivo patrimonio ambientalistico e culturale che la impreziosisce.

                                                                                  Giuseppina Serafino