domenica 15 marzo 2015

Il futuro è di chi… Fa’ la cosa giusta

La fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili,  Fa’ la cosa giusta organizzata a Milano, da Terre di mezzo Eventi,  è giunta alla sua 12° edizione. Quest’anno alle tredici sezioni tematiche sono stati affiancati otto spazi speciali: Green Maker dedicato a designer, architetti, creativi, appassionati di elettronica ed informatica, con progetti di recupero di materiali di riciclo fino a quelli che utilizzano la tecnologia per il superamento della disabilità.
Volevamo la pace è stato uno spazio di azione e riflessione, ad un secolo dall’ingresso dell’Italia nella Prima guerra mondiale. Sono stati ospitati approfondimenti  dedicati ai conflitti in corso: Libia, Ucraina, Siria, Repubblica Centrafricana, con incontri sulla difesa non armata e sulla cooperazione.
Territori resistenti  era riservato a coloro che in Italia provano a restare o che progettano di ritornare in aree a rischio di spopolamento, dimostrando un coraggio che è una speranza per tutti. Un progetto realizzato in collaborazione con l’associazione Thara Rothas, Rete del ritorno, ReteAppennino Parma est e Articoltura.
La via dei Teatri ha presentato l’arcipelago di luoghi teatrali che caratterizza il capoluogo meneghino e la sua periferia: realtà piccole ma molto attive. Questo spazio a cura della Compagnia Alma Rosè, ha ospitato 15 compagnie teatrali.
All’interno della fiera è stato presentato il mercatino Pulci Pettinate per chi ama il vintage e la creatività homemade. Originale il Furgoncinema: un furgone con cinque poltrone salvate da un vecchio cinema per rivedere spezzoni tratti dai più bei film italiani.
Scuole in fiera è stata un’area dove sono state valorizzate 10 fra le migliori attività promosse da istituti scolastici, riconducibili alle tematiche della valorizzazione del territorio, della formazione professionale, della promozione sociale e della sostenibilità.
Una gamma di golosità di piatti da gustare “cotte e mangiate” sono state preparate in Street Food: dalle panelle allo gnocco fritto emiliano, dalla bombetta di Alberobello fino al caciucco bio livornese. Fa’ la cosa giusta !Umbria è stato dedicato all’edizione locale della fiera che tornerà a  Bastia Umbra, dal 3 al 5 ottobre 2015.
Le 13 sezioni  di Fa’ la cosa giusta sono state dei tesori da scoprire: Mangia come parli -Vegan -Pianeta dei piccoli-Turismo consapevole e percorsi-Mobilità sostenibile-Critical fashion-Abitare green-Cosmesi naturale e biologica-­Economia carceraria-Servizi per la sostenibilità-Editoria e prodotti culturali-Pace e Partecipazione-Commercio Equo e solidale. Il Turismo consapevole ha suggerito percorsi a piedi e in bicicletta, a partire dal Cammino di Santiago e della ViaFrancigena, fino a “Di qui passò Francesco”, sulle orme del Santo Patrono d’Italia. La Regione Marche in collaborazione con Federparchi  ha illustrato una proposta di turismo sostenibile nei Parche e nelle riserve naturali marchigiane.Tra i molti focus ci sono stati iniziative dedicate all’accessibilitità e all’inclusione sociale ma anche laboratori tesi a far cambiare punto di vista e ad esplorare la realtà in tutti i sensi, con la straordinaria consapevolezza che il futuro , ora più che mai, è … di chi lo fa.
                                               
Giuseppina Serafino