sabato 14 marzo 2015

Il Sultanato di Oman a Expo 2015

Nella prestigiosa vetrina di Expo sarà presente il Sultanato dell’Oman per far conoscere le sue antiche tradizioni e i suoi futuri progetti di sviluppo sostenibile. Si tratta di un Paese, punto strategico tra Asia e Africa, ricco di risorse storiche e ambientalistiche. Il Padiglione è stato commissionato dal Ministero del Commercio e dell’industria, oltre a quello del Turismo e Oman Air, in un’ottica di sviluppo condiviso. L’ Omar, con capitale Mascate, conta circa 2.400.000 abitanti, è un paese montuoso circondato da deserti che si affaccia sull’Oceano Indiano e sul Mar d’Arabia; ospita diversi siti annoverati fra i patrimoni dell’Unesco e interessanti percorsi culturali come la via dell’incenso, nella regione del Dhofar.
“La scelta di partecipare a Expo Milano 2015parte dalla consapevolezza dell’importanza del tema scelto”Nutrire il pianeta Energia per la vita” oltre che dal riconoscimento dello speciale rapporto che lega il Sultanato dell’Oman e l’Italia a tutti i livelli”-ha dichiarato H E Mohsin Khamis Al Baluschi, Commissario Generale del sopracitato Padiglione e Advisor del Ministero del Commercio e dell’Industria.
Per volontà del Sultano, il Paese ha intrapreso un ambizioso percorso di sviluppo che prevede la diversificazione del prodotto interno lordo, puntando oltre che sul petrolio su settori marginali dell’economia e facendo emergere il Turismo come settore strategico per il futuro. Nel

2014 sono stati 1.471.736 gli arrivi internazionali con un 7,5 di incremento sul 2013.
Il Padiglione Oman con i suoi 2.790 mq si trova di fronte all’entrata est ed è uno dei più grandi dell’esposizione. “Heritage in Harvest: Harnessing the sea, sun and sand” è il tema scelto ed idealmente  è stato suddiviso in quattro spazi che rappresentano l’acqua, le oasi, il mare e le tradizioni.Durante tutto il periodo di Expo il Ministero del Turismo ha in programma un ricco calendario di eventi:
il primo appuntamento con la cultura omanita è per l’11 maggio, al Palazzo della Permanente di Milano con una mostra fotografica “Oman, Harvest beyond landscapes” che celebra il divenire di una terra che fa delle sue risorse il bene più prezioso, da preservare e valorizzare.
In occasione della Settimana del Turismo e National Day, dal 18 al 26 luglio, scrittori, fotografi e giornalisti saranno coinvolti in racconti di viaggio e Oman Air organizzerà eventi d’intrattenimento in città per far conoscere la cultura e i costumi di questo Paese con musiche e danze della tradizione.
Ad ottobre, in occasione dei festeggiamenti della donna in Oman, previsti per il giorno 17, si prevede uno show case di donne omanite, sfilate di moda e workshop per creare un interscambio con l’Italia.
L’Oman affascina con i suoi piccoli villaggi a guardia di antiche tradizioni e di una rigogliosa natura, come se fosse  magicamente  sospeso nel tempo, ospita animati suq e lussuosi resort con moderne SPA,  che convivono con antiche fortezze dei popoli del deserto. Un  suggestivo Paese che dalla tradizione si proietta verso un futuro  sempre più sostenibile.

                                                                                        Giuseppina Serafino