giovedì 25 giugno 2015

Milanesiana e …Lucania ritrovata

Bellissime fotografie di una Lucania ferma ai ritmi arcaici di una società contadina spesso ripiegata su stessa, quasi a voler proteggersi dai rigori della sorte poco benevola. Agglomerati di pietre intorno a piazze assolate con finestrelle che paiono occhi socchiusi  alla ricerca di un qualsiasi stimolo in un mondo fatto di niente. Una desolazione che si  connota di magica poesia  e che diviene un messaggio di speranza per tutti coloro che auspicano un riscatto sociale. E’ ciò che si avverte nella mostra”La Lucania di Henry Cartier- Bresson. Immagini di una terra  ritrovata”,  fino al 14 luglio presso la Sala

Buzzati, nella sede della Fondazione Corriere della Sera, organizzata dalla galleria Ceribelli di Bergamo, con allestimento di Luca Volpatti.  L’evento è stato inserito nell’ambìto della Milanesiana, la nutrita kermesse di


letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia  e teatro ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, giunta alla sua XVI edizione.  molto suggestiva è quella che ritrae una donna mentre riempie botti di acqua alla fontana pubblica, scattata a Pisticci nel 1952, che permette di ricostruire uno spaccato di vita intriso di fatica e di rassegnazione. Altro  momento di riflessione sul ruolo della donna è quello che scaturisce dall’immagine  che raffigura un’anziana che trasporta legna con un mulo sul cui dorso è assisa una pecora dallo sguardo stanco come quello dei suoi due accompagnatori.

“A Matera-recita la presentazione-città a lungo dimenticata e abbondata persino dai suoi abitanti, oggi splendente e invidiata Capitale europea della Cultura 2019, Cartier-Bresson,  tra gli anni ’50 e’70 ha dedicato meravigliosi scatti di cui la Milanesiana presenta una selezione a cura di Vincenzo Trione”. Tra le fotografie fornite dal Centro Scotellaro diTricarico, All’inaugurazione sono intervenuti  oltre a Elisabetta, suo fratello Vittorio Sgarbi, l’abbandonologa Carmen Pellegrino, famosa per le sue ricerche sui luoghi abbandonati e ritrovati del nostro Paese, e Piergaetano Marchetti, Presidente della Fondazione Corriere Gianpiero Perri, Direttore generale APT RegioneBasilicata .Quest’ultimo ha affermato:”Poiché il tema della Milanesiana è “Ossessioni e manie”, nel nostro caso possiamo parlare di “ossessione del riscatto”. Con la mostra di Cartier-Bresson,  portiamo a Milano nell’anno di Expo, una narrazione che rafforza l’immagine straordinaria di una città come Matera che rappresenta il destino di tutta la Basilicata e speriamo di tutto il Sud che non si ripiega su se stesso e che cerca di ripartire dalla cultura per generare economia che faccia  in realtà sperare in un futuro migliore” .      
                                                                               Giuseppina Serafino