martedì 14 luglio 2015

In bici da Milano a Stoccolma

Una grande sfida quella di Fred Morini, dopo mesi di ospedale per paraparesi agli arti inferiori, raggiungere Stoccolma in sella alla sua amata bicicletta, per beneficenza. Si tratta della Ride Across Europe, una mission davvero nobile del 38enne umbro: raccogliere fondi a favore dell'Ospedale Pediatrico Meyer e della Fondazione per l'infanzia Ronald McDonald Italia attraverso l'organizzazione Rete del
Dono. La partenza è prevista per il prossimo 30 luglio da Milano, dopo aver pedalato per circa 2500 km (in meno di 12 giorni) per arrivare nella città sede del Premio Nobel.L'idea è quella di attraversare l'Europa e cinque paesi (Italia, Svizzera, Germania, Danimarca e Svezia) in circa dieci tappe accompagnato 
dal suo team di fiducia: il fratello "tuttofare" Francesco, il prezioso massofisioterapista, l'autista e un operatore di SkySport. Tanti sono i partners tecnici e istituzionali che hanno aderito al progetto sopracitato, aziende del cycling italiano e anche le Regioni Umbria ed Emilia Romagna (tramite il consorzio bike hotels Terrabici). La Regione Umbria, il "cuore verde d'Italia” con la rete di borghi antichi e colline, unite tra loro da strade a basso traffico e ciclovie,da tempo sta promuovendo con forza il turismo in bicicletta. Fred Morini, "ciclista del mondo", con il suo amore per questa terra e la sua forza di volontà è un testimone ideale per rappresentare lo spirito e i
valori di un ricco patrimonio paesaggistico e artistico. Dal canto suo, L'Emilia Romagna è sempre più "The land of Cycling" e l'iniziativa Terrabici nasce all'interno del progetto Bike Experience promosso da Apt Servizi, con l'obiettivo dichiarato di rafforzare il prodotto turistico cycling. I dati confermano una costante crescita portando la regione in oggetto al secondo posto dopo il Trentino per presenze cicloturistiche. Strade di montagna, mare e percorsi collinari regalano sensazioni uniche fra cultura, storia ed enogastronomia. Il messaggio della Ride 
Across Europe ha soprattutto un significato umano:"Vorrei che rappresentasse la mia definitiva rivincita personale con cui dimostrare che, a prescindere dalle condizioni fisiche, ognuno può essere in
grado di perseguire qualsiasi obiettivo- ha affermato Fred Morini...Mentre ero in clinica ho avuto modo di conoscere realtà peggiori della mia, come quella dei bambini affetti da malattie spinali e neurologiche. Così ho deciso che dovevo creare loro un'opportunità con una raccolta di fondi. Lo sport, maturato da atleta, è stato una grande scuola di vita".
                                                                   Giuseppina Serafino