Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

MeranoWine Festival

Immagine
Sta per  aprire i battenti quello che è stato definito la Cannes dell’enogastronomia internazionale: il Merano Wine Festival, dal 5 al 10 novembre. La kermesse,  oltre a un semplice evento fieristico, in cui poter degustare il meglio della produzione vitivinicola e gastronomica,  si connota per il suo carattere di esclusività, eleganza,  si tiene  infatti nelle sale del prestigioso Kurhaus, e selezione, poiché i produttori accedono per invito delle Commissioni d’assaggio. Alla regia, come sempre The WineHunter, il Presidente e fondatore Helmuth Kocher. In apertura un interessante Forum in cui si discuterà di come affrontare il rischio che scompaia la maggior parte delle aree vitivinicole storiche: a causa dell’aumento delle temperature, entro il 2050 scomparirà dal 25 % al 73% di esse, aumenteranno  gli interventi in cantina e la gradazione alcolica dei vini. Il 6 novembre si conferma
giornata a vocazione green con bio&dynamica l’evento rivolto ai migliori vini biologici, biodinami…

Bologna a regola d’arte

Immagine
Il capoluogo emiliano, da ora fino a marzo, ospita un fitto calendario di eventi che spaziano dalla fotografia , al teatro, alla musica e, ovviamente, alla gastronomia. Cinque straordinarie mostre animeranno Bologna, a cominciare dall’attesissima “Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga”, inaugurata a Palazzo Albergati, che offre un interessante sguardo sui 150 anni di storia pittorica e familiare delle Fiandre del XVI e XVII secolo. Al Museo Civico Archeologico si potrà invece visitare la mostra “Egitto. Splendore millenario. Capolavori da Leiden a Bologna", che vede la collezione egiziana del Museo Nazionale di Antichità di Leiden in Olanda e quella di  Bologna unirsi,  integrandosi in un suggestivo percorso espositivo di circa 1.700 metri quadrati. Ai 500 reperti provenienti dall’Olanda si aggiungeranno anche importanti prestiti del Museo Egizio di Torino e di quello di Firenze, per uno sguardo ad ampio spettro sulla Storia dell’Antico Egitto. Bologna Welcome propone uno speci…

Host2015 dei record

Immagine
La manifestazione leader mondiale per l’ospitalità professionale, HostMilano ha occupato per ben cinque giorni l’intero piano terra del quartiere fieristico di Rho con 14 padiglioni (due in più rispetto all’edizione 2013). Macchine super sofisticate, format innovativi, design d’avanguardia e momenti lifestyle, insieme ad una food and coffee experience senza confronti . L’atmosfera di grande internazionalità è stata messa in evidenza  dal convegno inaugurale, dedicato a “Tutela della proprietà industriale, internazionalizzazione delle imprese e crescita economica”. Le aziende registrate  hanno sfiorato quota 2.000 con un + 17%, rispetto all’anno precedente mentre gli espositori internazionali sono risultati il 37% da 47 Paesi , con un aumento del 26 % ; 1.500 i top buyer profilati da tutto il mondo. Diverse novità hanno reso ancora più efficace l’integrazione tra filiere affini del concept in 3 macro-aree: Ristorazione Professionale-Pane-Pasta-Pizza  ha presentato focus in forte cresci…

“In cerca del vino di Re David”

Immagine
Presso il Teatro Franco Parenti di Milano si è tenuto un evento di interessanti scoperte bibliche, in collaborazione con l’Ufficio del Turismo israeliano: ”In cerca del vino del Re Davide”. Karine Bolton, responsabile dei Progetti internazionali KKL (Keren Kayemeth LeIsrael), ha introdotto il Presidente KKL di Milano, Sergio Castelbolognesi, che ha  parlato delle attività del sopracitato ente, soffermandosi sul sostegno alla ricerca all’aiuto ai Paesi in via di sviluppo per risolvere i loro problemi nutrizionali. Avital Kotzer, Direttore Generale dell’Ufficio del Turismo, ha ringraziato il KKL per questa collaborazione e ha raccontato la sua storia e il suo amore per la natura; ha descritto Israele come una Terra magica, dove si compiono imprese impensabili come  quella di produrre vino in pieno deserto. Ciò che non tutti sanno è che molti vini prodotti, ogni anno, ricevono premi internazionali e che anche il cibo ha un sapore speciale, grazie alla mescolanza delle etnie e ai diversi …

Infinito Pinocchio

Immagine
Suggestivo l’allestimento della bella mostra “InfinitoPinocchio”che a Milano, presso la Biblioteca Sormani, chiude gli eventi culturali  Expo 2015. All’ingresso la sagoma di una balena nella quale si entra per catapultarsi in una dimensione fiabesca che fa riassaporare il gusto della estraniazione fantastica della nostra infanzia. Nel legno l’anima viva del burattino senza fili che da più di 130 anni continua ad affascinare lettori di ogni età come testimoniavano i tanti visitatori presenti all’inaugurazione dell’esposizione, curata da Matteo Lutariani e Luigi Sansoni. È proprio da un semplice pezzo di una catasta destinata al camino che prende vita la vicenda di Pinocchio ambientata a fine Ottocento. Un allestimento scenografico, realizzato da Mobilitaly, un consorzio di 40 aziende che rappresentano l’eccellenza nella lavorazione del legno, ricostruisce alcuni ambienti del romanzo di Carlo Collodi. L’intento è quello di far emergere il legame profondo tra la materia viva di  cui è fa…

Decimo anniversario di Golosaria

Immagine
E’ giunta al suo decimo anno la rassegna enogastronomica “Golosaria” ideata da Paolo Massobrio e MarcoGatti. Quest’anno la kermesse ospitata in una nuova location, di oltre 12.000 metri quadrati, al MICO-MilanoCongressi, è stata inserita nel palinsesto di Expo in Città. Con il tema “La qualità che nutre il futuro”, ha  visto la presenza di 300 produttori, selezionati dal best seller “Il Golosario”. Sulla terrazza, nell’area lounge, è stato dato spazio alla Cucina di strada con un tour  “virtuale” che ha voluto attraversare l’Italia: dagli hamburger  di Amati! Papillarium con carne piemontese a quelli in versione lomellina con la zucca di Genuino, dalla mitica

focaccia di Recco di Manuelina, agli sciatt  valtellinesi di Sciatt à Porter, ai plin langaroli di Cucina delle langhe, le specialità partenopee di Friariè, la pizza d’autore di Mama Petra, il fritto e fusion all’italiana di Cheerin’guito, il bollito della tradizione emiliana di Clinica gastronomica Arnaldo e il “Truck della grig…

Tempo prezioso

Immagine
Presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano è stata riaperta al pubblico  la Sala degli orologi, con un rinnovato allestimento, reso possibile grazie al generoso contributo di Nina Stevens, in ricordo del compagno Patrick Heiniger, storico CEO di Rolex. Gian Giacomo Poldi Pezzoli possedeva nella sua collezione di preziose rarità un piccolo gruppo di orologi: due esemplari con automi (uno è il                                                  famoso
“carro di Diana”), alcune tipologie curiose (un orologio da carrozza, orologi da tavola e da persona con raffinati smalti e pietre dure, objets de vertu). Si trattava in tutto di quindici oggetti, cui si aggiungevano dieci tra pendole e orologi da muro, destinati all’arredo delle dimore patrizie; in seguito nuove donazioni arricchirono le collezioni con orologi solari e meridiane. Ora sono quasi 250 gli oggetti che compongono la preziosa collezione della casa museo, la maggior parte dei quali restaurati tra il 1973 e 1986. Grazie ad ARASS Brera e…

Eccellenze calabresi in mostra

Immagine
Una proposta ricca e variegata quella presentata a Milano dai quattro Gal (Gruppi di azione locale) del Cosentino. Quattro territori contigui complementari per il rispetto delle tradizioni e del senso dell’ospitalità. Per il Gal Altojonio Federico II, il direttore Franco Durso ha illustrato le peculiarità della zona, situata ai confini settentrionali della Calabria Jonica, che dal mare s’inerpica fino ai piedi del  Parco Nazionale del Pollino, attraverso panorami collinari mozzafiato e incantevoli borghi medioevali. Sono state vantate  le caratteristiche di alcuni  prodotti tipici: il limone (vera eccellenza calabrese), i salumi (ottenuti dal suino nero di Calabria), l’origano, il peperoncino dolce e  piccante, le Bacche di Goji, che ben si adattano al  microclima locale. Per il Gal Savuto, la presidentessa Lucia Nicoletti si è soffermata sulle tre filiere produttive dell’area collinare e montana: Il vino Savuto Doc, le patate e le castagne; sono stati illustrati anche i pacchetti  tur…