domenica 15 novembre 2015

Enozioni a Milano

Emozioni ma anche informazioni di enologia nel 49°congresso dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier), tenutosi nella prestigiosa location della Diamond Tower di Milano. Il convegno “Il gusto del vino: quando la sensorialità ha un ruolo sociologico” ha illustrato ai partecipanti quanto l’AIS sia attenta alla ricerca e allo sviluppo del linguaggio e della comunicazione nonché all’impatto sociale del vino”. Le giornate del congresso sono state animate da 15 seminari, un banco di degustazione con oltre 300 aziende e il banco delle eccellenze della guida Vitae. Il volume, giunto alla seconda edizione, racchiude tutta la competenza, la conoscenza del territorio e la passione sviluppate in cinquant’anni di attività rivolta alla divulgazione della cultura del vino. Sono stati 900 gli 
esperti degustatori mobilitati, suddivisi in 22 commissioni regionali, per un’analisi capillare su 30.000 etichette, di 4.000 aziende E’ stato scelto il tema dell’arte rappresentata dalla collezione di un unico artista, con ventitré dipinti a olio su tela: paesaggi, scorci, dettagli, un viaggio attraverso la Penisola con un suggestivo bagaglio di colori. Il taglio editoriale della Guida è contraddistinto da un  linguaggio chiaro, incisivo, fruibile, in oltre 2.000 pagine emergono i profili delle grandi case vitivinicole accanto a micro realtà testimonianza di una complessità inestimabile. Protagonisti sono i vignaioli, il territorio e l’ambiente con le comunità che si stringono attorno, caratterizzate da specificità spesso secolari. La Guida premia con il Tastevin i vini che si pongono quali modelli di riferimento indiscusso valore nella rispettiva zona o che hanno risvegliato dall’oblìo vitigni dimenticati, le “avanguardie di vigna” quest’anno sono state 22. Un premio dedicato a chi ha saputo custodire e rilanciare la sempre più prolifica Italia del vino. Insignito come miglior sommelier dell’anno "Premio Franciacorta", AndreaGalanti di Firenze, affiancato da un altro toscano come secondo, Massimo Tortora, Enoteca" La Cantina di Massimo", a Livorno; terzo classificato Maurizio Dante Filippi,  Ristorante "Sala della Comitissa "Baschi (Tr).Maurizio Zanella, Presidente di Franciacorta ha affermato:”Il sommelier è un professionista capace di riconoscere il valore di ciò che degusta e di trasmetterlo in modo coinvolgente al consumatore che sia un appassionato o un semplice curioso. Con il Premio Miglior Sommelier d’Italia desideriamo investire nella formazione dei giovani".
A suggello dell’evento si può, a buon diritto, fare propria la citazione di Salvator Dalì: ”I veri intenditori non bevono vino. Degustano segreti”
.

                       Giuseppina Serafino