giovedì 5 novembre 2015

Fukui, dove arriva la felicità

Con un solenne ricevimento,  la Camera di Commercio italiana in Giappone ha presentato il suo ultimo evento legato al padiglione giapponese di Expo 2015 a Milano. Si tratta della Prefettura di Fukui,  circondata dal terreno fertile e dall’acqua cristallina. Il tempio Eiheiji , sede di una delle maggiori scuole giapponesi del Buddhismo Zen, è stato fondato nel 1244, dal monaco buddista zen Dogen, conosciuto come l’iniziatore della cucina Shojin Ryori che ha esercitato un’influenza su quella giapponese. Nel sito che circonda il cedro secolare che si dice abbia 680 anni, ci sono 70 costruzioni fra edifici e pagode.La cucina dei monaci praticanti non usa affatto pesci, molluschi e carni ma              
cereali e verdure, il regolamento per la preparazione delle pietanze è simile alle pratiche ascetiche dello Zentrattare bene gli alimenti come se fossero esseri viventi, far risaltare il loro gusto e mangiare in modo naturale., riducendo desiderio e avidità. Le alghe sono un ingrediente fondamentale della cucina giapponese, come la zuppa di miso e il sushi. Fukui fin dall’epoca antica è prosperata per il trasporto poiché  possedeva un quartiere portuale con una strada per le barche commerciali Kitamaebune e quella principale”Saba-kaido”(strada dello sgombro) per trasportare i prodotti ittici a Kioto e in altre città. Fukui era un paese fornitore “mitsuke-kuni” per portare gli alimenti “Minie” offerti all’imperatore del Giappone. Il suo clima è adatto soprattutto per produrre gli alimenti fermentati,  i più famosi  sono“Heshiko” e

“Narezushi”con un buon potere nutritivo. Fra i luoghi  più affascinanti vi sono  i cinque laghi: Kugushi, Suigetsu, Suga, Mikata e Hituga. Il lago di Suigetsu ha strati eccezionali di varve, sedimenti di settantamila anni fa che si sono depositati nel fondo. Vi è poi Tojinbo  dove una serie di falesie di basalto di circa 25 metri, create dall’erosione del mare, formano un paesaggio spettacolare quando le onde si infrangono su di esse. Le Terme di Awara presentano74 sorgenti che permettono di godere di diversi tipi di acque e di centri termali mentre i  ruderi intorno al castello del Daimio Asakura, dell’hyepoca di Sengoku, sono un luogo di grande interesse storico. A Fukui si trova inoltre uno dei tre più grandi musei dei dinosauri del mondo, con più di 40 scheletri completi ricostruiti, oltre a fossili e diorami. Un mondo da scoprire per vivere il gusto della “casa della felicità”.                                 
   Giuseppina Serafino