martedì 10 novembre 2015

Mitica St.Moritz

Engadin St. Moritz viene considerato uno dei comprensori per gli sport invernali più grandi e ricchi di contrasti della Svizzera. Da sempre incanta per il suo paesaggio che presenta quattro cime maestose e 350 chilometri di piste dove la neve è garantita, 150 km di sentieri per escursioni e oltre 220 km di piste da sci di fondo. Dopo i grandi festeggiamenti in occasione del 150° anniversario dalla nascita del turismo invernale, si riparte con grande slancio verso la nuova stagione con rinnovate  infrastrutture a monte e a valle, eventi di prestigio, sopra e attorno al lago ghiacciato di St. Moritz , con vantaggiose  offerte “hotel e skipass”. Si va dalla spettacolare corsa sull’Olympya Bob Run St. Moritz-Celerina, all’equitazione di prestigio della Snow Polo World Cup St. Moritz e del White Turf St. Moritz , passando per il St. Moritz Goumert Festival 2016
Nel mese di marzo 2016, dal 16 al 20, l’agenda invernale si arricchisce di un’ulteriore attrazione: i migliori atleti si danno appuntamento sul Corviglia per la finale di Coppa del mondo di sci AUDI FIS. 
Anche nell’Alta Engadin non mancheranno numerosi eventi di gran classe dal Festival Out of the Blues di Samedan alla classica di sci di fondo La Diagonella passando per la Freeski World Cup sul Corvatsch.Qui la nuova seggiovia a  4 “Mandra”sostituisce lo skilift, permettendo di dimezzare i tempi di attesa sulla pista più amata in assoluto. Sul Corviglia entra per la prima volta in funzione il nuovo lago artificiale naturale Lej che consente una riduzione annua del 16 per cento dell’intero fabbisogno energetico di Engadin St. Moritz Mountains AG. 
 L’8 dicembre aprirà l’hotel Reine Victoria by 
Laudinella St. Moritz, realizzato in stile Jugendstil,  uno dei più grandi alberghi dei Grigioni di categoria media mentre pochi giorni dopo, a Bever, aprirà i battenti il primo hotel modulare svizzero,  il Bever Lodge, costruito interamente in legno, in soli nove mesi. Non resta che farsi conquistare dalla perla dell’Engadina con il suo clima fresco e frizzante definito “clima champagne” e il sole che splende  in media 322 giorni all’anno, immergendosi nel suo ambiente cosmopolita  denso di fascino leggendario.

                       Giuseppina Serafino