lunedì 8 febbraio 2016

Panettore d’oro 2016

Sono stati 40 gli insigniti del Premio alla Virtù Civica “Panettone d’oro 2016”, il riconoscimento ideato a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitato Milanesi. La  XVII edizione è stata promossa  anche da Comieco, Amsa-GruppoA2A e da un cartello di associazioni cittadine come: Assoedilizia, Amici di Milano, Associazione SAO, CiesseviCity Angels e Legambiente. Nel corso dell’evento è stato elogiato  il coraggio civile contro le estorsioni e le intimidazioni della mafia, l’impegno nella cura del territorio che ci circonda, l’assistenza gratuita ai bambini di famiglie meno abbienti o malati terminali. Ci sono stati anche esempi di grande solidarietà e condivisione come nel caso del custode RoccoTozzi che fornisce servizi gratuiti per il proprio condominio; Antonio Monaco, panettiere di Sedriano, che due volte alla settimana consegna il pane prodotto in eccesso ai più bisognosi; il ristorante

MyChef di corso Italia che dona giornalmente i pasti caldi non consumati ai senzatetto della città. Sono stato premiati cittadini che operano per la tutela di alcuni quartieri di Milano come: Pier Franco Lionetto da 16 anni responsabile dell’ AssociazioneVivisarpi, si batte per impedire la trasformazione della zona in una piattaforma abusiva di commercio all’ingrosso e la contrapposizione fra “italiani contro cinesi”. Assunta Liuzzi Giani  da oltre 35 anni anima il quartiere Gratosoglio aiutando i giovani con giochi o attività creative. Ulla Manzoni,  in prima linea  contro le occupazioni abusive al Giambellino, si adopera per combattere  la frammentazione sociale con l’ausilio della Caritas. Un ringraziamento  è stato tributato dall’Associazionismo e Volontariato milanesi ai bambini di Milano per l’entusiasmo e la passione con alcuni di  essi si sono uniti a migliaia di altri cittadini per ripulire muri e vetrine                                        

dopo le delinquenziali azioni vandaliche avvenute durante il corteo No Expo del primo maggio 2015. Constatare che nelle giovanissime generazioni sia già germogliato lo spirito civico, è stato detto, non può che rallegrare tutti coloro che amano la nostra città.
            Giuseppina Serafino