Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2016

“Be Active Liguria”

Immagine
E’ da poco stato varato “”Be Active Liguria”, frutto di un lavoro svolto con gli operatori liguri negli ultimi due anni. Si tratta di una vetrina di servizi, con itinerari di mountain bike e trekking. Ognuna delle 45 strutture ricettive con il marchio di qualità bike & hike, corrisponde ai requisiti fissati dalla Regione Liguria che stabilisce i criteri di certificazione delle strutture ricettive: 8 sono in provincia di Genova, 11nell’imperiese, 6 nello spezzino e 17 in provincia di Savona, di cui 9 a Finale Ligure, “Eldorado” della mountain bike e del free climbing. Quest’ultima è sede di importanti gare sportive come la 24 h di Finale e la Super Enduro World Series, con la partecipazione di appassionati da tutto il mondo. La zona di Sanremo si sta qualificando come secondo polo e quella del  Parco di Portofino sta facendosi avanti , proponendo escursioni guidate, mentre a Levanto si sta puntando sull’e-bike (bici elettriche con pedalata assistita). Il sito propone più di 200 itin…

Sui sentieri da Albenga ad Alassio

Immagine
La giornata inizia in maniera uggiosa, con un’atmosfera plumbea che avvolge il paesaggio ligure della Riviera di Ponente. Non certo un bell’inizio di stagione per noi escursionisti desiderosi di evadere dall’inquinamento cittadino per fondersi con la purezza di ambienti, parzialmente contaminati. Si parte da Albenga, città balneare e centro di produzione ortofrutticola , allo sbocco della piana alluvionale del fiume Centa , a pochi metri di dislivello dalla distesa marina. Il centro storico, considerato uno dei più interessanti del circondario, conserva l’impianto urbanistico romano dell’antica “Albingaunum”, città dei “Liguri Inganni” e vanta pregevoli monumenti medioevali. Dopo circa duecento metri, si sale verso la zona archeologica e la Via Julia Augusta, imboccando l’itinerario diretto al Monte Bignone. Si fiancheggiano i ruderi di una necropoli di origine romana, risalenti al I­-II secolo con una sensazione di spettrale immobilità; l…

“Laboratorio” Orticola

Immagine
Da 21 anni Orticola la mostra-mercato che si tiene in via Palestro a Milano, promuove con passione la cultura italiana del giardino. Sono circa 160 gli espositori ospiti di Orticola 2016, dal 6 all' 8 maggio, e due le giurie: quella Botanica che assegna un Premio Speciale con l’intento di aiutare intraprendenti vivaisti e scegliere le piante più particolari, e la Giuria di Stile, composta da amanti delle piante, appartenenti al mondo del giornalismo, dell’arte, della paesaggistica e del design. Fra le novità ci sarà, intorno alla fontana dei  Giardini Indro Montanelli,  un allestimento corale con i vasi fatti a mano dal  Laboratorio San Rocco, il bosso di Minari Buhus, pianta storico nobile, le gallerie di bambù del bambuseto, le sculture di Nicola Zamboni e Allison Grace Martin. L’interesse di Orticola per l’arte prosegue ospitando l’artista Marco Nones, svizzero, amante dell’Italia e del Cavalese , dove vive ed espone alcune delle sue opere. Ricchissimo il calendario dei laborato…

Milano, allora, ieri e oggi

Immagine
Milano com’era, come è stata fino a poco tempo fa e come è ora: un percorso lungo un secolo, restituito alla città in forma di racconto collettivo per immagini. Un contest per osservare i cambiamenti, dalla Darsena a corso Buenos Aires, nel nome del fotoamatore Pigi Rabolini e in ricordo del suo fantastico reportage realizzato negli anni Settanta. L’Associazione Chiamale Storie ha lanciato il concorso “3 scatti x 100 anni- Milano, allora ieri e oggi” all’interno del progetto memoMI, il sito web che racconta la memoria di Milano, in collaborazione con il Piccolo Teatro- Teatro d’Europa e l’Archivio fotografico Fratelli Alinari. L’iniziativa gode del patrocinio di Città metropolitana di Milano e Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano. Sono state più di 800 le immagini selezionate e 160 i partecipanti che hanno voluto raccontare i mutamenti del capoluogo lombardo; gli scatti vincenti sono stati messi in mostra al Piccolo Teatro …

Vulcani

Immagine
Tra le manifestazioni della natura, i vulcani sono una delle espressioni più stupefacenti che ha affascinato esploratori e scienziati di ogni epoca. Una
affascinante mostra , promossa dal Comune di Milano-Cultura, dal Museo di Storia Naturale di Milano con l’Associazione di divulgazione scientifica Vulcano Esplorazioni e Silvana Editoriale ne racconta i segreti. Si tratta della più ricca esposizione dedicata ai vulcani grazie all’impiego di tecnologie innovative. Il nostro Paese possiede della caratteristiche geologiche molto particolari da essere sede di alcuni fra i vulcani più famosi del mondo come Stromboli, il Vesuvio e l’Etna. Attraverso un articolato percorso il visitatore viene portato alla scoperta dei processi geodinamici che hanno determinato la nascita dei vulcani, facendo comprendere come essi non siano distribuiti sulla Terra in maniera casuale. Mediante immagini fornite dalla Nasa, i vulcani della Terra vengono messi a confronto con i vulcani presenti nell’intero siste…

Quasi segreti

Immagine
Presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano è stata inaugurata la mostra “Quasi segreti. Cassetti tra Arte e Design”. Una riflessione sul mondo contemporaneo di elementi funzionali, capaci di contenere, ordinare e nascondere ma, come ha affermato il curatore Beppe Finessi ”proprio per queste loro caratteristiche d’uso, capaci di suggerire visioni, evocare ricordi e suggestioni”. Giovani designer ma anche i grandi maestri della progettazione hanno riletto e interpretato questa presenza domestica così consolidata nella tradizione dell’abitare. L’esposizione comprende cassettiere dal classico sviluppo verticale, dove anche le maniglie possono diventare una parte significativa del progetto,  come in Genesio di Alik Cavaliere; ci sono  artisti contemporanei che hanno giocato con la decorazione, come nelle creazioni di Alessandro Mendini; si trovano  cassetti  realizzati da Tejo Remy, affastellati casualmente uno sull’altro. Altre creazioni, alquanto sofististicate, sono quelle di Mario Botta ed…

Salone del mobile. Milano

Immagine
Stanno per accendersi i riflettori sulla 55° edizione del Salone del Mobile. Milano, vetrina dell’innovazione e luogo privilegiato di relazione e business. Dal 12 al 17 aprile sono attesi a Fiera Milano Rho più di 300.000
operatori da oltre 160 Paesi e un pubblico di oltre 30.000 persone nel week end. Un grande momento di business che da solo- lo scorso anno- ha generato un indotto di 221 milioni di euro. Con un’offerta di prodotti e servizi di altissima qualità il Salone del Mobile si riafferma come un appuntamento must del settore portando sulla scena internazionale le ultima novità in fatto di prodotti e soluzioni, riaffermando il ruolo di capitale del design del capoluogo lombardo. Anche quest’anno si registra il tutto esaurito con  207.000 mq di superficie espositiva netta e 2.310 espositori di cui 650 i designer del  Salone Satellite-con un 30% di aziende estere-che racconta attraverso le tendenze progettuali avanzati i nuovi modi dell’abitare. Tema di questa edizione “Nuovi mate…