domenica 20 marzo 2016

Milano, allora, ieri e oggi

Milano com’era, come è stata fino a poco tempo fa e come è ora: un percorso lungo un secolo, restituito alla città in forma di racconto collettivo per immagini. Un contest per osservare i cambiamenti, dalla Darsena a corso Buenos Aires, nel nome del fotoamatore Pigi Rabolini e in ricordo del suo fantastico reportage realizzato negli anni Settanta. L’Associazione Chiamale Storie ha lanciato il concorso “3 scatti x 100 anni- Milano, allora ieri e oggi” all’interno del progetto memoMI, il sito web che racconta la memoria di Milano, in collaborazione con il Piccolo Teatro- Teatro d’Europa e l’Archivio fotografico Fratelli Alinari. L’iniziativa gode del patrocinio di Città metropolitana di Milano e Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano. Sono state più di 800 le immagini selezionate e 160 i partecipanti che hanno voluto raccontare i mutamenti del capoluogo lombardo; gli scatti vincenti sono stati messi in mostra al Piccolo Teatro Grassi fino al 25 marzo. La sopracitata associazione sostiene e sviluppa la cultura attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali, favorendo iniziative per il recupero della memoria storica . Essa ha un’attenzione particolare verso i
giovani, cui sono rivolte iniziative mirate, e alle persone svantaggiate, in ragione di condizione fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari, incentivando l’aggregazione spontanea, la comunicazione e la libera espressione.MemoMi è un museo virtuale della storia del Novecento milanese che nasce da un lavoro di ricerca condotto con gli archivi pubblici e privati per raccogliere saperi e memorie che altrimenti sarebbero andati persi. Ricostruisce l’avventura della grande industria – Alfa Romeo, Breda , Innocenti, Pirelli- i bagni sotterranei di piazza 
Oberdan, i bagni Diana, la Casa del Sole, il Befotrofio. Il Rifugio 87- i momenti che ne hanno caratterizzato la storia antica e quella più recente-le Esposizioni del 1881 e del 1906, la nascita del Corriere della Sera. “Navigare sul portale di memoMi - ha affermato L’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo del Corno,- è un modo affascinante per riscoprire la storia della nostra città e del nostro Paese, perché utilizza lo strumento più contemporaneo che c’è, il video, attingendo al patrimonio di ricordi, memorie e documenti che Milano stessa ha preservato dall’oblio, recuperandolo a nuova vita e a nuova funzione”.
                            Giuseppina Serafino