giovedì 14 luglio 2016

Sapore di Spagna con le tapas

Lo scorso 16 giugno è stata presentata la “Giornata Mondiale delle tapas”, promossa dall’Ente Spagnolo del Turismo. Un evento, svoltosi contemporaneamente in più di 20 paesi, per promuovere la cultura
gastronomica spagnola e in numerosi locali pubblici che hanno aderito all’iniziativa. L’intento è quello di celebrare l’iniziativa ogni anno, il terzo giovedì del mese di giugno. Le tapas, come molti sanno, sono una sorta di aperitivo accompagnato da birra, vino o sidro, possono essere fredde, calde, servite con pane tostato, in terrine di terracotta; anche se pensate per stuzzicare l’appetito, possono sostituire il pasto principale o la cena.
Le tapas hanno una tradizione centenaria che risale al XVII secolo e rappresentano un gustoso “boccone”, sono un piatto servito in piccole porzioni, un modo di ritrovarsi in maniera informale, condividendo i valori dell’interazione conviviale. Ciò che poteva apparire una alimento di ripiego costituisce oggi un cibo all’avanguardia, elemento essenziale dell’offerta turistica spagnola che consente l’uso di svariati tipi di prodotto e di preparazione. 

Da qui il progetto di un riconoscimento a livello internazionale che ha fatto scaturire la necessità di una giornata per la solenne celebrazione dello stuzzichino divenuto “modus vivendi”.  In Spagna spesso si sta vicino al bancone per gustare differenti varietà tra una chiacchiera e l’altra,  non fermandosi in un unico locale, ma andando di bar in bar a provare diverse varietà nella “zona delle tapas” che, solitamente, si trova nelle viuzze del centro storico. E' possibile trovare le tapas nei gastrobar o negli antichi mercati diventati dei mercati gourmets. La scelta di presentare la Giornata delle tapas a Milano nel Mudec (Museo delle culture) è dovuta alla concomitanza della Mostra di Joan Mirò, l’artista che 33 anni fa ha creato l’inconfondibile logo con il sole, sempre attuale e significativo, immagine che tutti i turisti identificano con la
Spagna. Un Paese che conquista come il sapore intrigante delle sue buonissime tapas.

Giuseppina Serafino                                    



.