mercoledì 28 settembre 2016

Due ruote nei sapori d’autunno

Pedalare sul Naviglio grande riscoprendo tesori nascosti delle campagne milanesi impreziositi dagli incantevoli colori autunnali. La 12° edizione della manifestazione “Due ruote nei sapori d’autunno”ha visto la partecipazione di circa duecento partecipanti muniti di biciclette di ogni sorta, da quelle di ultimo modello ad
autentici rottami tirati fuori da cantine o soffitte. Tanta la voglia di perdersi fra sentieri che lambiscono argini di canali e piantagioni di granturco facendosi accarezzare da un caldo sole che creava l’illusione di una perpetuata stagione estiva. Partenza di un gruppo di Ciclobby dalla Chiesetta di S.Cristoforo per raggiungere il Castello Visconteo di Abbiategrasso aggregandosi a fiumane di gente proveniente da località circostanti in una sorta di gemellaggio domenicale, all’insegna della gaudente convivialità. Una prima sosta, fuori programma, alla Cascina Grande di Vermezzo, un’azienda agricola, restaurata in stile medievale intorno al 1920, che riproduce le torri del Castello Sforzesco di Milano, di proprietà privata della famiglia Capelli. Una costruzione particolare perché si possono rilevare merlature al confino delle  abitazioni agricole, silos in    

mattoni a forma di torri difensive e fienili che riproducono l’architettura di

chiese a tre navate. Si prosegue in direzione Fallavecchia per un piccolo aperitivo offerto dal Comune di Morimondo, in una bella cascina con antichi carretti agricoli adornati con pannocchie o ricolmi di rametti da ardere. Intenso l’odore di stallatico che fa rammentare l’esistenza di un mondo agricolo anacronistico rispetto ai ritmi convulsi degli agglomerati urbani. Altra tappa quella del Comune di Ozzero per assaporare un gustosissimo risotto al gorgonzola e zucca. Sulla piccola piazza si erge il Palazzo Cagnola, sede del Municipio, l’ampio cortile interno, che ci accoglie, è dominato da una torre ottagonale detta “Torre spagnola”. Essa risale alla dominazione spagnola sul Ducato di Milano, nata come avamposto per gli avvistamenti militari. Partenza del lunghissimo serpentone di convinti ciclisti
amatoriali che si snoda nella rosseggiante vegetazione agreste per raggiungere la Cascina cittadina dove è stata allestita una merenda a base di

prodotti locali, a cura della Coldiretti MI Lo Campagna amica. Tutto intorno si intravvedono tracce di trebbiatura di mais che attirano lo sguardo stupito di tutti coloro che risultano poco avvezzi a fatiche domenicali.
Adeguatamente rifocillati si fa ritorno ad
Abbiategrasso dove la biciclettata si conclude ufficialmente con un dolce pensiero offerto dal Nuovo Albergo Italia che ha sponsorizzato l’iniziativa  con Abbiateinbici. Alcuni di noi decidono di far ritorno in città pedalando ancora sul Naviglio per riassaporare la magia dei colori autunnali che rendono incantevole  il territorio limitrofo donandoci sensazioni impagabili.


                                                                                                Giuseppina Serafino