martedì 6 settembre 2016

I 150 anni del Santuario di Nostra Signora della Guardia

Una graziosa chiesetta che si erge sulla sommità di un monte e che domina la costa ligure quasi a voler rammentare la necessità di assolvere a bisogni che esulano dal carattere effimero dei godimenti vacanzieri dei tanti turisti che affollano le spiagge. Il Santuario di Nostra Signora della Guardia sorge sul Monte Grosso, nei pressi della frazione di Casanova a Varazze, nel savonese, a 402 metri di altitudine. Il luogo presenta una certa somiglianza con il noto monte Figogna sede delle apparizioni della beata vergine al contadino Benedetto Pareto, avvenute il 29 agosto del 1490.Il
16 agosto 1866 la confraternita di S.Bartolomeo portò in processione sul luogo la statua della Madonna donata da Maria Teresa dei Conti Galleano d’Agliano, moglie del Marchese Fabio Invrea. Dopo la deposizione della statua il Santuario venne aperto il 2 settembre dello stesso anno
ed edificato in diverse tappe da un primo pilone a una cappelletta (che risale al 1925), grazie a generose donazioni del popolo, in 
particolare del Borgo Solaro. Esso divenne un baluardo protettore per la città, soprattutto per la gente di mare, naviganti e pescatori che arricchirono l’interno della chiesa con caratteristici ex voto e scene dipinte di naufraghi e vite salvate dall’intervento della Vergine della Guardia. Numerose furono le visite, alla fine del XIX secolo,
dell’Arcivescovo di Bologna, il genovese Card. Giacomo della Chiesa, divenuto  Papa Benedetto XV: Sono stati solennemente festeggiati i 150 anni di culto con vari eventi tra cui l’esposizione di una nuova statua della Madonna, commissionata allo scultore Ezio Garbarino di Monteghirfo e decorata da Clara Cipolla di 
Genova Sampierdarena. Il 27 agosto la nuova effigie è stata portata in processione, partendo da via Cavour, sulla antica via dell’ Acqua Ferrugginosa, seguita da centinaia di varazzini che si sono assiepati intorno al Santuario anche due giorni dopo, per la giornata solenne del culto di devozione che si celebra ogni anno. Molto apprezzata è stata la relazione del poeta scrittore Mario Traversi su “L’Origine del culto mariano a Montegrosso”. L’Archivio Storico fotografico Varagine.it, in collaborazione con la Confraternita di San Bartolomeo, ha allestito per la grande ricorrenza una Mostra con 120 ingrandimenti a tema“C’era una volta alla Madonna della Guardia”. E’ stata una bellissima occasione per ripercorrere i sentieri che conducevano i pellegrini fra la suggestiva vegetazione mediterranea di un paesaggio a tratti lunare che si affaccia sulla incantevole superficie marina incorniciata dal porto di Varazze.

                                     Giuseppina Serafino