mercoledì 21 dicembre 2016

Fra Mercatini e Borghi dei cento presepi

La meta che ci attende il giorno successivo è il borgo di Canale di Tenno a circa 10 Km da Riva del Garda, a pochi chilometri dalle Terme di Comano, un autentico gioiello di architettura medioevale dove assaporiamo dei momenti magici in una atmosfera d’altri tempi. Addentrandoci in cantine e casette di pietra scopriamo esserci bancarelle ricolme di prodotti tipici trentini, avvolti dall’odore dolciastro di vin brulè, frittelle di mele e carne salada. Il secondo Borgo visitato è Rango di Bleggio, un grazioso gioiello di architettura che presenta una fiabesca atmosfera natalizia tra i portici e i cortili interni delle abitazioni, addobbate a festa per l’occasione con originali decorazioni ed addobbi floreali. Nel tardo pomeriggio, accolti da musiche natalizie ed

uno sfavillante falò, arriviamo ad Ossana che, in occasione dell’Avvento, 44 festeggia, la XVII edizione del percorso dei 100 presepi, segnalato da una 44 corda rossa. Avventurandoci fra le vecchie case illuminate da antiche lampade ad olio si scoprono presepi di ogni foggia e dimensione realizzati da associazioni di volontariato, gruppi, scuole, famiglie e artisti dell’intera Val di Sole. Svariati i materiali utilizzati. Stoffa, legno intarsiato, sementi o foglie di granturco con un unico denominatore: suscitare emozioni nel cuore degli infreddoliti visitatori.
 Il Castel di San Michele racchiude fra le sue antiche mura il particolare presepe che racconta di soldati e trincee, rievocando episodi realmente accaduti in una notte di Natale durante la Prima Guerra mondiale. Il giorno dopo ci dirigiamo a Levico, per addentrarci nel Parco secolare degli Asburgo, un’oasi naturale che ospita le graziose casette di legno del Mercatino in un’ambientazione di ineguagliabile bellezza, rapiti dalle carrozze  trainate dai cavalli e dalle musiche natalizie che si diffondono anche per le viuzze del centro storico. Nel pomeriggio a conclusione del nostro minitour ci rechiamo a Bassano del Grappa, dove il mercatino, come per la
tradizione tedesca dura un mese intero, sino all’arrivo della Befana, in piazza Garibaldi e in piazza della Libertà. Ciò che però ci colpisce è la presenza di svariati gioielli architettonici e il Ponte degli Alpini che schiude scorci di incommensurabile bellezza sul fiume Brenta. Sarà proprio la calda luce di un fantastico tramonto a rapire i nostri sguardi densi di profonde suggestioni offerte da luoghi che ci hanno restituito il sapore di un tempo antico meravigliosamente ritrovato nelle terre trentine alle soglie del Natale.

                                 Giuseppina Serafino