domenica 25 dicembre 2016

Lo Sri Lanka, un’isola splendente

La Repubblica democratica Socialista dello Sri Lanka è nota anche come Ceylon, traslitterazione inglese del termine portoghese Ceilao. Dopo l’arrivo dei portoghesi nel 1505 e degli olandesi nel XVII secolo, diventò colonia degli inglesi nel 1802, fu resa indipendente nel 1948. Il nome attuale deriva dalla parola sanscrita “lamka che significa “isola splendente”. Il Paese vanta ben 6 siti Patrimonio Unesco: l’antica città di Polonnaruwa, quella di Signiya, quella di Galle con le sue fortificazioni, il


Tempio d’oro di Dambulla, la città
sacra di Anuradhapura e quella di Kandy. Lo Sri Lanka è stato il primo paese al mondo ad avere avuto una donna Primo Ministro, Sirimavo Bandaranaike e sua figlia, Chandrika Kumaratunga, è
stata  Presidente del Paese. Il viaggio ideale parte da Colombo, la città più grande e frenetica del Paese, in direzione Pinnawela per visitare l’Elephant Orphanage (un’istituzione statale che si prende cura dei piccoli elefanti abbandonati per poi addestrarli a svolgere mansioni d’aiuto per l’uomo). Si prosegue poi
per l’ascensione alla rocca di Sigiriya, il grande masso di pietra rossa che conserva i resti di quella che fu una delle più singolari regge fortificate della storia, ad essa si accede con un percorso di gradini che lambiscono quelli che erano i giardini pensili, fino ad arrivare alle
grotte
con gli splendidi affreschi di
figure femminili e alla grande
terrazza dove sono ancora visibili solo le enormi zampe del leone scavato nella roccia, da cui il nome della fortezza. Si passa poi a Polonnaruwa, il sito archeologico di quella che rappresentò l’importante capitale del regno cingalese., fiorita nel XII secolo, il
palazzo reale, il monastero biblioteca e il maestoso tempio di Shiva, costruito con pietre incastrate. Da scoprire sono le grotte di Dambulla, luogo sacro, con affreschi e statue risalenti al I secolo a.C, poi Kandy, dove si potrà effettuare un’escursione al lago e una visita al Palazzo reale e al Museo, per ammirare la collezione di costumi, armi e maschere cerimoniali. Nuwara Eliya, situata a 1890 metri di altitudine, è stato il luogo preferito dai britannici durante il periodo coloniale, di cui ha mantenuto intatta l’atmosfera. Il Parco nazionale 
di Yala, si estende per più di 1200 chilometri quadrati ed è la riserva naturale più vasta del paese, con una vegetazione simile alla savana africana, con lunghe distese di arida sabbia che scendono verso il mare. A Galle è possibile visitare il Forte, la Cattedrale di St. Mary e il tempio indù dedicato a Shiva.Lo Sri Lanka seduce con le sue incantevoli immagini di isola tropicale densa di spiritualità, divenuta nella fantasie di molti occidentali, una sorta di Tahiti d’Oriente.  (evolutiontravel)

                 Giuseppina Serafino