lunedì 13 febbraio 2017

Trento film festival e Islanda

Il Trento Film Festival ha presentato le prime anticipazioni della 65. edizione della rassegna che si svolgerà dal 27 aprile al 7 maggio. Sono stati resi noti il Paese ospite protagonista della Sezione “Destinazione…” che quest’anno sarà l’Islanda e l’immagine del manifesto, firmata dall’artista Guido Scarabotto. 
 “L’Islanda- ha spiegato il presidente De Martin- costituirà uno dei momenti più importanti della manifestazione. Con un ricco programma cinematografico e un altrettanto programma di eventi, andremo alla scoperta di questo Paese dalla natura unica e affascinante. Partendo proprio dall'Islanda rifletteremo sul rapporto tra l'uomo e
 la natura perché si avverte un bisogno sempre più forte di ritorno alla natura, di un contatto con un ambiente meno antropizzato e più selvaggio”. Il manifesto della rassegna è firmato dall’artista e illustratore Guido Scarabottolo, il quale ha spiegato così la sua opera. “La montagna è il luogo del silenzio. Il silenzio è il luogo della possibilità. La montagna è anche il luogo dell’eco. E l’eco è la possibilità di ascoltarsi, di trovare se stessi. Il disegno scelto è un po’ severo, un po’ silenzioso, un
po’misterioso. Fatto per lasciare a chi lo guarda la possibilità di dipanare pensieri e immaginazione. Fatto per essere esplorato alla ricerca di cose che sono dentro di noi. Come la montagna”. L’iniziativa “Destinazione…Islanda” è realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Trento e Rovereto. “La differenza tra le temperature della lava che sgorga dai suoi vulcani e quelle delle gelide acque dell’Oceano atlantico che la circonda- ha evidenziato Luana Bisesti- testimoniano quanto estreme possano essere le condizioni di vita in Islanda. Ancora oggi le attività prevalenti sono la pesca e l’allevamento, alle quali si sono aggiunte le fonti energetiche rinnovabili e a questo si aggiunge il problema della sostenibilità connesso al boom turistico di
questi ultimi anni. In collaborazione con l’Ambasciata dell’Islanda dedicheremo a questo straordinario Paese un itinerario cinematografico con opere in gran parte inedite in Italia, soprattutto documentarie. ln quest’ambito- ha continuato la sopracitata direttrice del festival- insieme a Montura si intensifica il rapporto con il progetto FuoriRotta, nato per incentivare e sostenere nuovi viaggi non convenzionali, realizzati con mezzi non omologati e attraverso terre e storie non scontate”.
 Il programma “Destinazione…Islanda” si avvale della collaborazione ufficiale di Icelandic Film centre, l’ente nazionale di promozione cinematografica. “Il Trento Film Festival- ha evidenziato l’Assessore alla Cultura del Comune di Trento, Andrea Robol- è uno dei vanti culturali della nostra città e di tutta la comunità trentina. Trento è sempre stata e sempre sarà sinonimo di montagna, di natura, di rispetto per l’ambiente”.
                                                                                                                                         
                                                                                             
                           Giuseppina Serafino