lunedì 18 settembre 2017

Cosmobike e i Comuni ciclabili

In occasione di CosmoBike Show di Verona sono state consegnate le prime “bandiere gialle” della ciclabilità italiana. Si tratta di un nuovo riconoscimento “Comuni Ciclabili” di FIAB
(Federazione italiana amici della bicicletta) per le amministrazioni italiane attive in politiche bike-
friendly e per città a misura di bicicletta. Il riconoscimento attribuisce alle località un punteggio da 1 a 5, assegnato sulla base di diversi parametri e rappresentato da altrettanti “bike-smile” apposti sulla bandiera. Le prime 15 realtà territoriali ad essere insignite di tale menzione sono: Belluno, Cannobio (VCO), Corinaldo (AN); Fano (PU),Ferrara, Giulianova (TE); Loano (SV); Parma, Pescara, Pineto (TE); Rimini, Sestri Levante (GE), Sulbiate (MB); Urbana (PD) e Vittorio Veneto (TV) Sono città ubicate un po’ in tutta Italia e di dimensioni diverse, i cui territori, grazie alla loro morfologia e attitudine
turistica, vantano lunghe piste ciclabili. L’intento è quello di incentivare le amministrazioni ad adottare politiche a favore della mobilità ciclistica, premiare l’impegno di coloro che
hanno varato iniziative bike-friendly e valorizzare le strutture più accoglienti per gli estimatori della bicicletta. Il comune che ambisce per il 2018 al sopracitato riconoscimento deve possedere almeno due requisiti fra tutti quelli richiesti: uno nell’area “Infrastrutture e urbane” (ciclabili urbane e moderazione traffico e velocità) e 
uno in almeno una delle altre tre aree di valutazione (“cicloturismo”, “governance” e “comunicazione & promozione”). “Abbiamo riscontrato un grande interesse per il progetto Comuni Ciclabili e sono già un centinaio le amministrazioni che, a poche settimane dal lancio, hanno registrato su sito la loro candidatura. Ricevere la bandiera gialla della ciclabilità italiana- ha affermato Giulietta Pagliaccio, presidente FIAB- significa possedere uno strumento in più per la promozione turistica del proprio territorio, ma,soprattutto, dimostrare ai propri cittadini il positivo risultato di scelte politiche che favoriscono lo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile e rispettosa del’ambiente e delle persone”.
Giulietta Pagliaccio
 Fiab, a Cosmobike Show di Verona, è stato autore di molti appuntamenti come: il corso di formazione “La governance per la mobilità ciclistica”, valido per l’ottenimento dei crediti per ingegneri e architetti ; un confronto sulle ciclovie italiane, coordinato da Antonio Dalla Venezia, responsabile FIAB e della rete ciclabile italiana Bicitalia.org . Focus particolari sono stati su : Ciclovia Adriatica, Ciclovia Vento da Venezia a Torino, Ciclovia Tirrenica (percorsa dalla Bicistaffetta 23/30 settembre) e sul Progetto AIDA_ Alta Italia Da Attraversare (Da Susa a Trieste). Molti di questi percorsi hanno beneficiato o beneficeranno dei finanziamenti del Governo in tema di mobilità sostenibile.
                                                                                                 
                  Giuseppina Serafino