sabato 9 settembre 2017

Milano e il nuovo Palazzo del cinema

Anteo Palazzo del Cinema è stato solennemente inaugurato alla presenza del Sindaco di Milano Giuseppe Sala. Si tratta di un progetto unico in Italia, partendo dall’esperienza di quasi 40 anni di attività è quello di un cinema che fa parte del tessuto sociale: uno spazio culturale multifunzionale e
multidisciplinare, che si apre alla città. Il progetto di ampliamento, firmato dall’architetto Riccardo Rocco,
ha portato il cinema Anteo da 4 a 10 sale,
sviluppate su 4 piani, per un totale di 5.500 mq. Il lavoro di ristrutturazione, sostenuto
completamente da Anteo, è stato possibile grazie alla collaborazione con il Comune di Milano, proprietario dell’immobile, che ha affidato la gestione alla società per 28 anni. Nove sale cinematografiche, una sala cinema-ristorante, una sala multimediale dedicata all’on-demand, servizi di ristorazione e per l’infanzia, in una struttura aperta dalle 10 del mattino fino all’1 di notte. Due sale avranno una programmazione specifica,una destinata al cinema in lingua
originale e l’altra al cinema italiano con opere prime e seconde. Lo Spazio Piccoli, gestito da Associazione Energie Sociali Jesurum, oltre che ad intrattenere i bambini, offrirà percorsi per
studenti ed insegnanti. La sala multimediale on-demand sarà un vero e proprio “salotto di casa” al cinema, attrezzato con proiettore 2k, schermo e divani, dove si potrà organizzare una serata con gli amici scegliendo il contenuto da condividere. Palazzo del cinema sarà un’eccellenza in termini culturali ed anche tecnologici, le sale saranno dotate di proiettori 4k e 2k Barco/Cinemeccanica e una sarà fornita di AtmosDolby, un sistema all’avanguardia che permette

di generare un ambiente audio

tridimensionale più realistico. Diverse le partnership di cui ci si è avvalsi: De Padova per gli arredi del caffè letterario e del foyer del piano terra; Kartell ha disegnato gli spazi del ristorante e del giardino con prodotti iconici personalizzati; Cappellini ha
arredato alcuni spazi con importanti pezzi di design progettati da Jasper Morrison, e i fratelli Bourroulec. Al piano terra la libreria del cinema, ampliata con l’ adiacente bar di via Milazzo, assumerà la veste di Caffè letterario,
avvalendosi della partnership con Eataly, che curerà la proposta culinaria della sala ristorante cinema. Prosegue la collaborazione con Lipsos per l’Osteria 
del Cinema che triplicherà i suoi spazi: allo storico ristorante al l 
piano terra si aggiungeranno un giardino con 70 posti a sedere e una birreria nella taverna sottostante. Due sale al secondo piano ospiteranno la Biblioteca Pubblica dello Spettacolo, dove verranno raccolti libri, cataloghi ed altri materiali legati al mondo dello spettacolo e dove il pubblico potrà leggere e scambiarsi opinioni sui film. Un’ultima novità è rappresentata dai nomi delle dodici sale, ognuna delle quali avrà il nome di un cinema di Milano che non c’è più, scelti dal pubblico in una lista di 100 cinema che hanno spento le luci. Tanti gli illustri ospiti che hanno salutato la nuova struttura con la loro presenza: Angela Finocchiaro , Claudio Bisio, Maurizio Nichetti, Francesco Rutelli (Presidente Anica), Giorgio Armani, fotografati da una Milano gioiosamente in festa!

   
                             Giuseppina Serafino