lunedì 30 ottobre 2017

Halloween e l’Irlanda spettrale.

Tutto ebbe inizio nell’ Irlanda celtica come festa di fine estate, il cui nome era Samhain, considerato il Capodanno celtico. L’inizio della stagione più buia, era associato alla morte e all’oltretomba. I Celti accendevano falò per esorcizzare il buio e guidare gli spiriti benevoli, mentre indossavano maschere e costumi per spaventare i demoni. In quella notte inquietante, a chi bussava alla tua porta si offriva cibo per propiziarsi le anime dei defunti. Da qui la tradizione di “dolcetto o scherzetto”. Con l’avvento del
Cristianesimo sull’isola, Samhain fu ribattezzato All Hallows Eve, cioè vigilia di Ognissanti, giunto fino a noi nella forma contratta di Halloween. Così gli Irlandesi, quando furono costretti ad emigrare
oltreoceano nell’800, portarono
con sé, la loro storia e cultura, e il loro corpus di miti e leggende, Halloween compreso. Leggende ed oscuri misteri aleggiano intorno ai Castelli d’Irlanda come il duecentesco Malahide Castle che conta

addirittura cinque fantasmi, incluso Puck, una sorta di nano dall’aspetto
maligno che pare sia stato fotografato almeno una volta, mentre sbirciava fra l’edera che ricopre la facciata del castello Leap castle. Nella contea di Offaly, è ritenuto uno dei luoghi più infestati d’Europa, motivo per il quale è stato oggetto di ricerche paranormali e
programmi TV. Nel ‘600 ci fu una lotta mortale per il potere ed un sacerdote venne trucidato dal fratello per aver celebrato una Messa nella Bloody Chapel. Nel 1900 alcuni operai scoprirono un sotterraneo accanto alla cappella, il cui pavimento era stato cosparso di chiodi appuntiti; una quantità di ossa umane vennero rimosse da quel macabro
inferno. A Ballygally Castle, ora un delizioso albergo sul mare, lungo la famosa Causeway Coastal Route nella Contea Antrim, i medium che vi hanno soggiornato, hanno affermato che ci sono tanti fantasmi quanti ospiti in carne ed ossa. Uno di questi spiriti è quello di Lady Isobel Shaw che, avendo dato alla luce una bambina, venne rinchiusa dal marito in una torre per punirla di non avergli procurato un erede maschio. Lo spettro di Isobel vaga di notte,

bussando alle porte delle stanze, invocando sua figlia, dopo che ella si fu gettata sulle rocce sottostanti per non morire d’inedia. Sempre sulla Causeway Coastal Route, il castello di  Carrickfergus è infestato dal decapitato Buttoncap, che si aggira nei corridoi con la testa sotto il braccio. Poco distante, vaga lo spettro della sua innamorata a Dobbin’s Inn. Presso Leameneh Castle, nella Contea Clare, è possibile sentire echeggiare fra le mura gli sghignazzi e le grida di scherno della pluriuxoricida Red Mary. Gli abitanti di Ballyheuge Castle, nella Conta del Kerry, possono intrattenere i visitatori con avvincenti storie di fantasmi, tesori perduti e apparizioni di creature marine. Una Irlanda "terribilmente" affascinante.

                                                                                          Giuseppina Serafino