mercoledì 15 novembre 2017

Esploratori di anime in Israele

Una suggestiva mostra di fotografia a cura dell’Ufficio Israeliano del Turismo, Mondadori store e Mediamond dal titolo“Tel Aviv e Gerusalemme. Per esploratori di luoghi e di anime”.
 Il percorso espositivo, curato da Denis Curti, invitava per qualche giorno a scoprire attraverso panorami, angoli inaspettati, volti, le due più importanti città di Israele. Il viaggio è una porta attraverso la quale conosciamo nuove realtà. Con questa iniziativa siamo felici di poter dare ai nostri visitatori un’occasione in più per poter scoprire da vicini due città come quelle di Tel Aviv e Gerusalemme, capaci di unire la tradizione e l’innovazione, in continuità con la nostra mission, quella di offrire un
mondo di cultura ed emozioni al più ampio pubblico possibile”, ha dichiarato Francesco Riganti, Direttore marketing di Mondadori retail. Tradizione, vita in città, luce, persone erano le tematiche alle quali dovevano attenersi le immagini che sarebbero state selezionate. La mostra presentava per la prima volta in Italia sette fotografie scelte tra le 100 finaliste del concorso JerusaLEINS, realizzate lo scorso marzo in Israele e finalizzato ad esaltare aspetti inediti ed originali della città di Gerusalemme. Al concorso hanno partecipato fotografi di tutto il mondo che hanno fornito prospettive personali e magnifiche vedute della città. Sono state inviate 14.500 foto da ben 84 nazioni; nella fase finale sono stati inoltrati circa 2.400.000 voti. 
Un ringraziamento particolare deve essere fatto a Alon Wald, direttore operation e marketing, Ammunition Hill di Gerusalemme, per aver collaborato a far pervenire in Italia le foto del concorso. Tra i fotografi scelti per la mostra milanese ci sono gli israeliani: Michael Shimidt, Amir Ehrlich, David Mor, Yigal Dekel, Tomer Montilia, Vincent Kahkeijian e Laura Ben-David, oltre a Loro anche il brasiliano Alexandre Siqueira e il filippino Romel Pineda. Un grande sforzo per accompagnare in un viaggio che va oltre il viaggio stesso: spiritualità, modernità, esperienza unica e indimenticabile.                                     
Questo è ciò che rappresentano Gerusalemme e Tel Aviv: due città che si toccano, che sanno emozionare ciascuna in modo diverso, l’una attraverso ricerca e modernità. Tel Aviv e Gerusalemme rappresentano il viaggio della vita per tanti, per molti, noi speriamo per tutti, e con queste immagini vogliamo regalare l’emozione a quanti vorranno scoprire una dimensione davvero inaspettata della destinazione”ha dichiarato Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo.
Tel Aviv, nominata “capitale mediterranea del divertimento” dal New york Times è è stata inserita tra le “prime 10 città più movimentate da Lonely Planet. Gerusalemme, capitale di Israele, sacra a 3 fedi monoteiste, è una città che vanta 3000 anni di storia, e 2000 siti archeologici, circa 30 i festival annuali organizzati. Non resta che esplorare e le anime di queste affascinanti luoghi di preziosa memoria.
                                                                                       
                                           Giuseppina Serafino