sabato 25 novembre 2017

Pure emozioni a Torgnon, pays du soleil (I parte)

Magiche sensazioni abbiamo assaporato a Torgnon con le molteplici atmosfere autunnali di carattere onirico che la connotavano. Tenui colori pastello avvolgevano il paesaggio donandogli l’aspetto di un quadro d’autore in cui noi visitatori assumevamo il ruolo di occasionali comparse. Le imponenti montagne sovrastavano i graziosi agglomerati come silenziosi giganti testimoni di una vita ancestrale scandita dai ritmi stagionali delle mandrie al pascolo sugli alpeggi, dai suoni dei campanacci e dal profumo di legna riarsa in caminetti, con il paiolo pronto per la tradizionale polenta.
L’occasione che ci ha condotti in questa suggestiva località valdostana è stato l’inaugurazione del nuovo sentiero, con una serie di eventi organizzati per vivere appieno le entusiasmanti attività che possono essere svolte nei periodi non sciistici: escursioni con ebike, o fotografiche alla ricerca dello scatto d’autore, trekking fra le fantastiche policromie del foliage ottobrino. L’obiettivo è quello di puntare alla destagionalizzazione del turismo favorendo l’afflusso di villeggianti anche nei periodi non sciistici con pacchetti di vacanza che garantiscano una piena interazione con le tante suggestioni che Torgnon garantisce nelle sue 22 
frazioni. Si può scoprire l’aspetto più selvaggio del territorio con trekking, nordic walking e
ciaspolate per conoscere la fauna alpina nel suo habitat: marmotte, cervi, stambecchi, camosci, falchi, gipeti, fino ad arrivare al lupo. Wild Nature che è parte del Progetto TourScience, al quale il Comune di Torgnon partecipa con Arpa Valle d’Aosta e il CREA Mont-Blanc (Centre de recherches sur les écosystèmes d’Altitude). Si tratta di un ecoturismo scientifico sostenibile intorno al Monte Bianco, cofinanziato nell’Ambito del Programma INTERREG Italia-Francia ACOTRA 2014-2020 che ha l’obiettivo di creare un’offerta turistica innovativa e sostenibile, per valorizzare il patrimonio del Monte Bianco e della Valle d’Aosta, territori densi di storia e di cultura scientifica spesso sconosciute ai turisti occasionali. Il Progetto sopracitato finanzia anche il servizio di e-bike messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Torgnon.
 Un fitto intreccio di sentieri e strade consente piacevoli gite in bicicletta a trazione elettrica e a pedalata agevolata per raggiungere lo stagno di Loditor lungo il Tour des Alpages, al bivacco e al lago Tsan, alla diga di Cignana, al Col des Bornes a Saint-Evence, Saint-Denis, Verrayes, Nus e Saint- Barthélemy. Si può seguire anche un percorso di Easy Downhill, una pista lunga 4,5 che parte dal Collet (2.258 mt) e arriva alla Conca di Chantorné, la cui pendenza media è del 6,40% con punte massime del 17%, ideale per tutta la famiglia. Il percorso è raggiungibile tramite la seggiovia che permette di portare comodamente le biciclette.
 I magnifici colori di Torgnon possono essere preziosamente carpiti con camminate tese all’osservazione e allo shooting del fenomeno del foliage, approfondendo alcuni concetti relativi ai cambiamenti climatici, oltre che alla flora e alla fauna locale. Un photo trekking può permettere inoltre di sviluppare
delle potenziali capacità creative in ambito naturalistico facendo proprie le tecniche espressive impartite da specialisti del settore. Da
non sottacere poi le “Avventure notturne” con un’esperienza multi-sensoriale nella foresta alla scoperta della vita sotto le stelle, percependo i rumori, i profumi e le misteriose sensazioni di un ambiente attraversato a piedi o con le ciaspole. Anche in questo caso il Progetto TourScience, che ha la durata di diciotto mesi per un investimento di un milione di euro complessivi, consente di approfondire degli aspetti connessi allo star bene a contatto con la natura, perfino di notte. Torgnon ha poi conquistato recentemente un posto nel mondo
dell’equitazione grazie al trofeo “Les Grandes Montagnes”, una kermesse di appuntamenti dedicati al mondo dell’equitazione. Nell’estate 2016 ha avviato le danze la gara di endurance che è divenuta di livello internazionale, nel corso della scorsa edizione è stato inaugurato il concorso ippico da salto ostacoli “Jumping Torgnon”.
                                                           
                                           
       Giuseppina Serafino