sabato 11 agosto 2018

Irlanda in festa

L’Irlanda si prepara ad accogliere Papa Francesco, che il 25 e 26 agosto parteciperà all’Incontro Mondiale delle famiglie. Una diffusa aria di attesa e di festa si respira a Dublino e a Knok- le due tappe principali del viaggio. Sua santità sarà accolto nelle dimora del Presidente delle Repubblica d’Irlanda Higgins, nella splendida
cornice del Phoenix Park.
Ara san Uachtarain è un’ imponente villa con 95 stanze che ospita la residenza ufficiale del Presidente e dove furono già ricevuti: Papa Giovanni Paolo II; Nelson Mandela, Bill Clinton , Barack Obama, John F.Kennedy, Charles de Gaulle e la regina Elisabetta. L’edificio si affaccia sui giardini di Phonix Park, 
uno dei più grandi d’Europa, con un’estensione di 700 ettari, più esteso anche del Central Park di New York, tanto da aver ricevuto un prestigioso riconoscimento dalla World Urban Park 
Association. Il pontefice visiterà lo storico castello di Dublino, dove un tempo si erano insediati i vichinghi e fu la sede del potere inglese in Irlanda per circa settecento anni, ed ora ospita anche la Chester Beatty Library.La sera del 25 agosto ci sarà l’incontro con tutti i fedeli a Croke Park, lo stadio di Dublino che può contenere più di 80.000 persone. e che oltre a grandi concerti, è destinato agli sport gaelici, elemento 
molto importante della cultura irlandese. In questo luogo ha sede uno dei più apprezzati musei: il GAA (Gaelic Athletic Association). Il giorno successivo il papa volerà all’ovest atterrando all’aeroporto di Ireland West Knock per visitare il Santuario Mariano di Knock, nella suggestiva Contea di Mayo, importante meta turistica per coloro che si recano sulla spettacolare Wild Atlantic Way.   
Nella cappella dell’Apparizione il 21 agosto 1879 quindici persone riferirono di aver visto comparire la Madonna, un agnello e una croce. Niamh Kinsella, Direttrice di Turismo Irlandese in Italia, ha dichiarato: “Siamo onorati di accogliere Papa Francesco in Irlanda, l’isola riconosciuta fin dai 
tempi più remoti come “l’isola di santi e studiosi”.
Ma l'Irlanda è un territorio che non solo ha ispirato grandi figure del cristianesimo come San Patrizio e Santa Brigida, ma dove ciascun visitatore, ancora oggi può trarre pace ed ispirazione dal nostro splendido scenario incontaminato, nelle ricche tradizioni musicali e letterarie e nel calore della gente”. Secondo stime effettuate il turismo è l’industria locale più sviluppata in Irlanda ed impiega circa 281.000 persone in tutta l’isola ; nel 2017 sono stati accolti più di 9.93 visitatori stranieri, fra i quali 363.000 dall’Italia. Non resta che dire:” Céad mìle fàilte”, Papa Francesco!”.                                                                             
                                       Giuseppina Serafino