sabato 15 settembre 2018

Pomaria in Val di Non

La 14 esima edizione di Pomaria si terrà a Cles, capoluogo della Val di Non in Trentino, dal 13 al 14 ottobre. Una manifestazione dedicata alla raccolta delle mele D.O.P e alle eccellenze enogastronomiche Km 0-40 in cui il pubblico sarà protagonista di un interessante laboratorio a cielo aperto per assaporare, imparare e scoprire.
Fra le novità più interessanti ci saranno i percorsi sensoriali in cuffia, creati dal collettivo artistico “Miscele d’aria Factory” specializzato nell’ideazione di esperienze immersive.
Si andrà alla scoperta di quartieri come “Doss di Pez” per approdare alla spettacolare terrazza del capoluogo, da cui si dominano distese di meleti, dinanzi al Lago di Santa Giustina, con rumori, racconti e suoni che creano un approccio empatico al contesto.
Tra le attività del 2018 figura anche un trekking urbano legato al mondo delle filande e della bachicoltura, con una mostra sulla storica manifattura serica Viesi nelle sale del quattrocentesco Palazzo Assessorile. Un’altra mostra originale sarà quella dell’artista ligure Paola Nizzoli Desiderato che utilizzando la cera, con antiche tecniche, realizza bellissime sculture per valorizzare la biodiversità. Torneranno le lezioni di raccolta con maestri che insegneranno come staccare le mele dall’albero, con la compagnia Koinè, specializzata in progetti legati alla sostenibilità ambientale, che darà vita a interessanti percorsi teatralizzati.
La bontà del luogo sarà attestato da differenti degustazioni, organizzate con la locale condotta di Slow Food, dedicate a prodotti simbolo della zona come i formaggi dei locali caseifici, mieli prodotti con fori diversi, vini, aceti, distillati, conserve realizzate anche con piante selvatiche e birre.    
Queste ultime, grazie ad acque sorgive di eccellente qualità, stanno conoscendo una stagione di grande vitalità nelle produzioni artigianali con sperimentazioni che adoperano frutti e piante locali. Faranno la loro parte anche i cereali rari -segale e grano saraceno in grande spolvero- trasformati in farine, pani e dolci; si gusteranno succhi, marmellate e salumi squisiti come il profumatissimo speck, affumicato all’antica con rami di ginepro raccolti nei boschi della zona. Gli chef della zona si impegneranno negli show cooking, nelle aree di ristorazione e al cibo di strada: canederli, tortei da patate (frittelle salate),carni in umido e arrostite, polente.
Gli amanti dei viaggi in camper avranno circa 100 posti in un’area dedicata, accessibile gratuitamente. Un progetto destinato a creare un turismo di qualità attuato dall’Associazione “Strada della mela e dei sapori delle valli di Non e di Sole”, nata nel 2003 per volontà di contadini, agrituristi proprietari di negozi artigianali ed enoteche delle Valli del Noce, con i suoi 180 affiliati, essa tutela e promuove realtà artigianali, filiere corte e prodotti a “rischio di estinzione”. 

.                     Giuseppina Serafino