lunedì 1 ottobre 2018

Bergamo Scienza


Saranno più di 160 gli incontri gratuiti che verranno organizzati per Bergamo Scienza, il festival di divulgazione scientifica giunto alla XVI edizione. Dal 6 al 21 ottobre ci sarà un intreccio di sapere e spettacolo per diffondere la cultura scientifica con un linguaggio accessibile a tutti; saranno presenti
scienziati di fama internazionale, tra cui il Premio Nobel per la medicina 2006 Craig Cameron Mello, professore presso la University of Massachusetts Medical Schoole. Attraverso lo studio delle radici con l’ausilio di moderne tecniche di imaging e rendering 3 D è emerso che le piante raccolgono informazioni dall’ambiente e attuino strategie come la capacità di trovare acqua anche a distanza; nel Malcom Bennet
dell’Università di Notthingam guiderà il pubblico alla scoperta dell’intelligenza delle piante. La scienza e la cucina sono due mondi sempre più in dialogo tra loro: tutte le ricette-passate, presenti e future-rispettano gli stessi principi chimici e fisici, e conoscerli serve per sperimentare nuove varianti. Ne parlerà il chimico e divulgatore scientifico Dario Bressanini nell’incontro “La Scienza della carne”. La ricerca scientifica per il futuro dell’Europa è un evento che esalta la ricerca di eccellenza di tre giovani scienziati italiani- Matteo Iannacone

dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, Domenica Bueti della scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati e Giulia Lanzara dell’Università di Roma Tre. L’importanza del ruolo dell’Europa nel sostenere menti che daranno un contributo importante allo sviluppo del nostro continente. In campo medico l’utilizzo di tecnologie avanzate, molte delle quali robotiche, consente al chirurgo di lavorare in modo mini-invasivo, preciso e veloce, e di
sostituire parti del corpo umano con macchine intelligenti. Cosa ci riserva il futuro? Proverà a rispondere a questa domanda, nell’incontro “Il futuro della robotica in medicina”, Alon Wolf, fondatore del Medrobotics Corporatione (Israel Institute of Technology) che sviluppa robot per scopi medico-chirurgici. Il famoso Johns Hopkins di Baltimora è stato il primo centro di ricerca a riaprire lo studio sugli effetti delle sostanze psichedeliche sull’uomo e su un loro possibile ruolo terapeutico, dopo la loro messa al bando negli anni 70.
Matthew W. Johnson, esperto di sostanze psichedeliche, illustrerà i risultati delle sue ricerche che hanno dimostrato la capacità di incidere in modo significativo sulla dipendenza da tabacco e da altre sostanze

Parole, musica e immagini saranno le protagoniste di Racconto Cosmico Spazio, materia e gravità nell’evoluzione dell’universo, un viaggio tra scienza e spettacolo nei più affascinanti misteri della fisica contemporanea.64 scuole di Bergamo e provincia di ogni ordine e grado presenteranno 114 laboratori Il programma completo su www.bergamoscienza.it  FB @bergamo.scienzatwitter @BergamoScienza

                                 
                Giuseppina Serafino