mercoledì 21 novembre 2018

Crescono i Comuni Ciclabili

In una cerimonia ufficiale presso la Triennale di Milano, la Fiab-Federazione italiana Amici della Bicicletta ha consegnato le bandiere gialle della ciclabilità italiana ai sindaci dei primi nuovi Comuni Ciclabili 2019.
 Alle 69 amministrazioni locali già insignite dal riconoscimento si sono affiancati: Modena, Padova, Piacenza, Alba Adriatica, (Te) , Carpi (Mo), Lignano Sabbiadoro (UD), Maranello (MO), Martinsicuro(Te), Misano Adriatico (RN), San Donato Milanese (Mi), San Giovanni Lupatoto (VR), Serrone (FR) e Turriaco (GO). L’attestazione di Comune Ciclabile è accompagnata da un punteggio (da 1 a 5 bike-smile ) assegnato in base a diversi parametri di valutazione all’interno di 4 aree di intervento: mobilità urbana, cicloturismo, governance, comunicazione e promozione. Tra le particolarità delle new entry nella rete italiana dei ComuniCiclabili spicca Maranello, capitale dell’auto di lusso che è stata capace di intraprendere negli ultimi tempi politiche a favore della mobilità ciclistica.
Invece in Lombardia crescono i ComuniCiclabili della città metropolitana di Milano: dopo Cinisello Balsamo, Segrate, Cassina de’ Pecchi e Cernusco sul Naviglio, si aggiunge San Donato Milanese. 
L’iniziativa Fiab –Comuni Ciclabili tende a riconoscere l’impegno delle realtà attive in politiche bike-friendly e in interventi per lo sviluppo di una mobilità in bicicletta. Il progetto si prefigge di sostenere i singoli territori nelle scelta della bicicletta come mezzo di trasporto in ogni ambito: dagli spostamenti quotidiani : Bike-to-work e bike-to-school, al tempo libero e alle vacanze in sella. Alessandro Tursi, vicepresidente FIAB ha affermato: “Siamo orgogliosi di affermare come l’iniziativa ComuniCiclabili, giunta alla seconda edizione, sia in grado di mettere in moto le amministrazioni locali. Lodevole è l’impegno di alcune realtà, già nella rete dallo scorso anno, in particolare Ferrara che, pur avendo già ottenuto il riconoscimento nella fascia più alta, ha comunque 
operato per migliorarsi con ulteriori interventi, dall’ampliamento della rete ciclabile urbana, all’incremento delle zone 30, fino alla promozione di eventi di sensibilizzazione sul territorio.
 La cerimonia di consegna degli attestati di Comune Ciclabile è avvenuta al termine del convegno “Ciclovie nazionali, locali e territori” promosso all’interno della XV edizione di Urbanpromo, “Progetti per il Paese”.
 Questa importante manifestazione è stata organizzata da Urbit e da INU-Istituto Nazionale di Urbanistica, con cui FIAB-Comuni Ciclabili ha siglato un accordo di collaborazione per legare i temi della mobilità ciclistica all’urbanistica e alla pianificazione territoriale. “Il prossimo passo è la dimensione Europea del Progetto- ha spiegato Giulietta Pagliaccio, presidente Fiab. ComuniCiclabili opererà in sinergia con il network europeo Cities & Regions for Cylists, per portare le città italiane a confrontarsi con quelle europee, dove il livello è molto più alto. Sarà uno stimolo e soprattutto un’opportunità offerta alle amministrazioni più volonterose”
                                Giuseppina Serafino