sabato 24 novembre 2018

I Maestri del Panettone a Milano

Anche quest’anno si è tenuta la manifestazione I Maestri del panettone al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano. Dopo la kermesse della settimana precedente del Re Panettone a cura di Stanislao Porzio, 26 pasticcieri hanno esibito le loro creazioni ad un pubblico esigente desideroso di appropriarsi dei segreti di un gusto speciale che sottende al dolce tipico milanese per antonomasia. Accanto ai grandi classici che celebrano la tradizione, sono stati presentati panettoni ai sapori d’inverno ( strudel, fichi secchi, pere e zenzero); ai sapori d’estate (al pistacchio, all’albicocca del Vesuvio, con fragoline); passione e cioccolato (caramello e noci, gianduia, ciliegia); panettoni al caffè e zucca, al caffè e latte; panettoni alcolici ( con passito di Pantelleria, al recioto, ginger, Franciacorta, alla birra , al rhum, al Brunello di Montalcino); panettoni speciali con cacio e

pepe, pecorino, ed infine panettoni sfiziosi (Anello di Monaco, Scoppiettante, ai grani antichi, focaccia al tè verde). Si tratta dei migliori panettoni artigianali d’Italia, con oltre 150 varietà, fatti da titolari e produttori di pasticceria da almeno 10 anni, prodotti con lievito madre all’interno di laboratori artigianali. Essi sono stati realizzati con pasta acida, mantenuta con il solo utilizzo di farina e acqua, autoprodotta, senza aggiunte di lieviti disidratati di qualsivoglia natura. Nessun aroma artificiale è aggiunto agli impasti per ottenere prodotti ad alta digeribilità poiché gli aromi artificiali spesso non sono digeribili dal corpo umano che non è dotato degli enzimi necessari per metabolizzarli. I panettoni durano all’incirca 60 giorni perché non vengono usati mono-digliceridi e additivi chimici; a detta degli

esperti le caratteristiche fondamentali di un vero panettone artigianale sono la freschezza , ossia un prodotto dal gusto equilibrato e che lascia la bocca pulita. Gli ingredienti vengono selezionati in modo accurato e lavorati a regola d’arte, altre caratteristiche sono: l’aspetto con la tipica forma cilindrica, la struttura morbida e leggera, un profumo fresco, preciso e avvolgente con un aroma persistente. I Maestri del panettone sono stati anche Maestri di Bontà poiché hanno deciso di dare un piccolo contributo a “Qubi”-La ricetta contro la povertà infantile”, il programma promosso da Fondazione Cariplo ( in collaborazione con Fondazione Vismara, Intesa Sanpaolo, Fondazione Fiera e Fondazione Invernizzi) per contrastare la povertà minorile nella città di Milano. Sono stati donati 500 panettoni a famiglie in difficoltà per festeggiare il Natale con il dolce simbolo della condivisione. Che la festa abbia inizio...

                               Giuseppina Serafino