Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2019

Salento da gustare

Immagine
Tante le prelibatezze che abbiamo gustato in Salento nel recente prenatalizio minitour. Un modo per appropriarsi di tutti gli aspetti di un territorio unico per la varietà degli aspetti che offre oltre al turismo balneare estivo. Una cucina che ha saputo distinguersi pur 
nell’apparente povertà di risorse utilizzate. Ed ecco allora le molteplici varianti di una tavola raffinata come quella delle Cantine Menhir di Minervino  di Lecce o Lemì di Ippazio Turco a Tricase, "La rua de li travai"" di Patù, ristoranti gourmet che hanno voluto rivisitare la tradizione apportando varianti anche nella presentazione dei piatti, con aspetti accattivanti delle micro porzioni di cibo proposto, su tavole prive di tovaglie, che vogliano così ricordare la sobrietà della cultura di provenienza. Gli elementi principali utilizzati sono le verdure come ci diceva Yole Sammali che ha fondato l’Associazione La Rivaròla a Salve, per la tutela della cucina salentina e che ci ha coinvolti nella prep…

Salento 365 giorni (II parte)

Immagine
Nel viaggio invernale in Salento ci siamocatapultati nei segreti della cucina creativa dello chef Ippazio Turco, autore del pluripremiato gelato ai ricci di mare, nell’estro artistico del ceramista Agostino Branca, artefice delle preziose statuette denominate angeliche, allorchè egli plasmava le sue opere sembrava accarezzasse la Terra del Salento restituendole quella misteriosa empatia che la contraddistingue. E’ stato bello conoscere le dotigastronomiche di Yole Sammali dell’Associazione “La Rivarola”, impegnata a tenere salda l’identità dell’autentica cucina salentina, con il desiderio di attivare un Home restaurant per poter ricreare l’atmosfera di undesco familiare, nella sua stessa casa, riadattata con travi a vista, caminetto e persino muretti a secco nell’adiacente giardinetto interno, abbiamo avuto modo di cimentarci nella preparazione delle sagne torte,i ovvero tagliatelle corte attorcigliate. Tanti i piatti che abbiamo potuto gustare quasi tutti a base di verdure, condizion…

We are in Salento

Immagine
In occasione del periodo prenatalizio ho avuto modo di tornare in Salento per riscoprire il fascino di questo luogo nelle sue molteplici sfaccettature. Ci accoglie un tepore primaverile, trasmettendoci il ritrovato calore di una terra che mi era rimasta nel cuore, fra distese di ulivi secolari contornati da erba verde, punteggiata di fiorellini gialli, cactus ricolmi di fichi d’India, casette bianche squadrate, contesto di un surreale presepe contemporaneo. Un breve ma intenso viaggio multisensoriale fra i sapori della cucina salentina tipica o rivisitata in chiave gourmet, attraversando le distese paesaggistiche inondate di sole e di effluvi mediterranei. Lo sguardo si perde avido fra i preziosi cimeli cha fanno capolino fra gli agglomerati abitativi: pagliare, menhir, dolmen o dimore diroccate di stampo atavico che si connotano come mute presenze a salvaguardia del male  dell’oblio e della moderna dimenticanza. Oltre 250 Km di coste, da una parte bassa e sabbiosa, dall’altra alta…

Il turismo lento e Cosmobike

Immagine
Il 2019 è stato proclamato Anno del turismo lento per “valorizzare i territori italiani meno conosciuti del turismo internazionale e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative, dai treni storici ad alta panoramicità, ai cammini, alle ciclovie, ai viaggi a cavallo. Investire sul turismo sostenibile- aggiungeva il ministro Franceschini- è una 
strategia di sviluppo che ha come fine la tutela e riproposizione innovativa di luoghi, memorie, conoscenze ed artigianalità che fanno del nostro Paese un luogo unico: un circuito di bellezza straordinariamente diffuso lungo tutto il suo territorio fisico e lungo un arco di secoli di civiltà”. Una posizione di rilievo in questo quadro la occupa la bicicletta.  Negli anni scorsi molto è stato fatto per sviluppare il turismo in bicicletta: l’inizio della costituzione della “Rete nazionale delle Ciclovie Turistiche””, sulla base della rete ciclistica nazionale Bicitalia, ideata da Fiab ma l’Italia potrebbe utilizzare l…

Minitour in Friuli

Immagine
Decido di recarmi in Friuli in occasione del Ponte di Ognissanti dopo giorni di alluvioni diffuse, sperando nell’aiuto della Provvidenza. Soggiorno a Udine, storica Capitale della regione e centro di fondamentale importanza durante il primo conflitto mondiale: Il liceo ginnasio Stellini fu sede del Comando Supremo italiano fino alla tragica ritirata di caporetto del 1917.
Vado a visitare il Tempio Ossario, esempio di architettura del 1925 che custodisce le salme di 21.558 caduti ( di cui 5668 ignoti) sui campi di battaglia tra l’Isonzo ed il Tagliamento. Ho proseguito la mia passeggiata verso il centro storico dove ho visitato il Duomo con alcuni celebri affreschi di Giambattista Tiepolo, poi il Castello che mi delude a parte la vista impagabile sulla città. Altri edifici degni di menzione sono il Palazzo Dipinto, la torre occidentale e svariate chiesette che conservano esempi di pittura regionale fra il XIV e XXI secolo.Il giorno dopo raggiungo Cividale del Friuli fondata nel 53 …

Viaggio nella Memoria: dal Binario 21

Immagine
Un incontro molto significativo quello tenutosi presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano, durante il quale Liliana Segre ha incontrato gli alunni di alcune scuole per raccontare la sua esperienza di ebrea vittima delle persecuzioni razziali in Italia. Nel 1938 viene espulsa, a otto anni, dalla scuola “per la colpa di essere nata” come lei stessa dice; a tredici anni ha vissuto l’esperienza della deportazione nel campo di Auschwitz-Birkenau in Polonia. Il 30 gennaio 1944 è partita dal binario 21 della Stazione Centrale del capoluogo meneghino ed è stata l’unica bambina a tornare indietro.
Dal 1990 è divenuta
testimone della Shoah e ha iniziato a rivivere il proprio dolore in pubblico per diffondere la speranza di un mondo migliore che superi il male incombente dell’oblìo e dell’indifferenza. Il 19 gennaio del 2018 Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’ha nominata Senatrice a vita come riconoscimento dell’ encomiabile impegno profuso. Liliana Segre ha pubblicato un l…