mercoledì 23 gennaio 2019

Il turismo lento e Cosmobike

Il 2019 è stato proclamato Anno del turismo lento per “valorizzare i territori italiani meno conosciuti del turismo internazionale e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative, dai treni storici ad alta panoramicità, ai cammini, alle ciclovie, ai viaggi a cavallo. Investire sul turismo sostenibile- aggiungeva il ministro Franceschini- è una 
strategia di sviluppo che ha come fine la tutela e riproposizione innovativa di luoghi, memorie, conoscenze ed artigianalità che fanno del nostro Paese un luogo unico: un circuito di bellezza straordinariamente diffuso lungo tutto il suo territorio fisico e lungo un arco di secoli di civiltà”. Una posizione di rilievo in questo quadro la occupa la bicicletta. 
Negli anni scorsi molto è stato fatto per sviluppare il turismo in bicicletta: l’inizio della costituzione della “Rete nazionale delle Ciclovie Turistiche””, sulla base della rete ciclistica nazionale Bicitalia, ideata da Fiab ma l’Italia potrebbe utilizzare l’immenso patrimonio costituito dalla fitta rete di percorsi rurali, a bassissimo traffico veicolare che potrebbe essere reso fruibile per il turismo lento adottando una apposita segnaletica e facendo attenzione alla manutenzione del fondo stradale. Tanti i temi che possono essere affrontati alcuni dei quali saranno trattati in occasione di Cosmobikeshow a Verona, da l 16 al 17 febbraio 2019.
Fra i numerosi eventi che verranno presentati “Cicloturismo: Ferrara e Comacchio in bicicletta” in collaborazione con Visit Comacchio; la presentazione delle potenzialità esistenti e future di AIDA; l’Alta Italia Da Attraversare, la Ciclovia “disegnata” dalla Federazione tra Susa e Trieste. Il tracciato è stato protagonista dell’ultima Bicistaffetta 2018, allorchè due gruppi di cicloturisti Fiab l’hanno percorsa (uno da est, l’altro da ovest) incontrandosi proprio a Verona; la ciclovia tocca diversi siti Unesco. I siti di 
interesse comunitario ( i cosiddetti SIC), saranno al centro del progetto SIC to SIC che ha già attraversato diverse Regioni seguendo percorsi incentrati sulla tutela della biodiversità e delle specie a rischio. Esperti dell’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, hanno pedalato già in Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Lazio ed Umbria. Verranno inoltre presentati i Biciviaggi della Fiab per l’Estate 2019: dalla bici barca nelle isole della Dalmazia alla Foresta Nera, 
da Berlino a Santiago de Compostela, dalla maremma alla Sardegna. CosmoBike Tourism è una vetrina che mette a disposizione del viaggiatore i servizi per vivere una vacanza all’insegna della passione per la bicicletta, con una forma di turismo sostenibile, a contatto con la natura e rispettosa dell’ambiente. 
                                                  Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento