venerdì 15 febbraio 2019

Rovigo, piccola destinazione grande proposta


Rovigo è una città che mira a sorprendere con i suoi tesori sconosciuti così come ha voluto ribadire Rovigo Convention &Visitors Bureau alla Bit di Milano presentando le novità della stagione. Un primo appuntamento è rivolto alla spensieratezza dei bimbi con la mostra dai contorni retrò; “"Giostre!” Storie, immagini, giochi”;” a Palazzo Roverella, dal 23 marzo al 30 giugno. Si tratta di un’occasione per riflettere sulle memorie che l’infanzia porta con sé sullo scenario di pezzi unici di antiche giostre, organi e cavalli di legno.Stanno per essere approntati itinerari che propongono la visita al Museo della Giostra di Bergantino, con cui la stessa mostra idealmente si coniuga; un modo interessante di far conoscere l’estro degli artigiani locali che costruiscono giostre che, con l’attività del distretto di Melara e Bergantini, animano i parchi di divertimento, mostrando un
suggestivo volto artistico del Polesine. Vi sono le ricchezze storico-artistiche che invitano a week end tematici come la Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi, sempre a Palazzo Roverella, con dipinti di Bellini, Tiepolo, Palma il Vecchio e Piazzetta, il Tempio della Beata Vergine del Soccorso detta “La Rotonda”, bellissimo esempio barocco dalla pianta ottagonale. Fra i vari luoghi caratteristici c’è il programma che avanza con spazi innovativi, quali la Fabbrica dello Zucchero, una start up nata da un’idea di Ente 
Rovigo Festival e Associazione balletto “Città di Rovigo”, in collaborazione con Cen Ser spa, avviata grazie al bando promosso dalla Regione del Veneto per le imprese culturali, creative e dello spettacolo. La Fabbrica dello Zucchero nasce dalla volontà di avere uno spazio multidisciplinare e di sperimentazione, nazionale ed internazionale, dove ospitare esposizioni, rassegne cinematografiche, musica e teatro, coworking e ricerca, congressi e festival. Tra gli importanti anniversari che ricorrono a Rovigo nel 2019, vi è la XX edizione di “Tra Ville e Giardini”, una rassegna longeva molto amata che offre la visita ad incantevoli siti sparsi per l’intera provincia. Ricorrono anche i duecento anni del Teatro Sociale, il Maggio Rodigino con i suoi eventi culturali spalmati in quattro fine settimana. A tutto questo bisogna aggiungere i sapori dell’ enogastronomia con cinque eccellenze certificate, descritte nella mappa 
“Rovigo nel cuore”, oltre a prelibatezze ortofrutticole, salumi e dolci che assieme a frutti di mare ed ostriche rosa riescono a catturare i palati raffinati, invogliando a ritornare in questo territorio dal grande spessore. Rovigo Convention & Visitor Bureau, dal 2015 promuove Rovigo e la sua provincia come destinazione di viaggi Leisure e Business, con l’intento di far apprezzare le ricchezze del luogo, dei borghi limitrofi e del Delta del Po, area Mab per la sua biodiversità.



                                                                 Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento