mercoledì 29 maggio 2019

Diversity media awards 2019


All’Alcatraz di Milano si è tenuta la quarta edizione dei DMA- primo riconoscimento europeo che premia i personaggi e i contenuti mediali che hanno contribuito a valorizzare il tema della diversità. Si tratta di “oscar dell’inclusione” assegnati nel corso di un gala show con charity dinner, presentato da Fabio Canino e da Melissa Greta Marchetto.Il clam dello show di quest’anno è stato “A Human Rapsody", un racconto composito e armonico della realtà, rappresentato dall’Ensamble vocale ambrosiano, un coro di 80 elementi. Candidati come migliori personaggi dell’anno sono stati Alessandro Cattelan, Don Luigi Ciotti,Fiorella Mannoia, Enrico Mentana, Heather Parisi e Liliana Segre. Sono state premiate le categorie Miglior Film, Miglior Serie Tv italiana,Miglior Serie Tv Straniera, Miglior Programma Tv, Miglior Programma Radio, Miglior Campagna Pubblicitaria, Influencer dell’anno, Miglior Prodotto digitale.Altri riconoscimenti sono stati assegnati all’informazione: Miglior Tg, Miglior Articolo Stampa Quotidiani, Miglior Articolo Stampa Periodici, Miglior Articoli Stampa Web. I proventi della serata saranno destinati al sostegno dell’attività di monitoraggio e ricerca,
comunicazione e divulgazione delle tematiche di

diversity&inclusion che l’associazione Diversity presieduta da Francesca Vecchioni porta avanti nel corso dell’anno. Come nel 2018, a conferma dell’anima inclusiva dell’evento, Diversity ha messo a disposizione di chiunque volesse il segnale, diffondendo la serata in diretta streaming TRUlive (Trasmissione a Rete Unificata); I primi ad aver aderito sono stati Real Time, Tg Com24, FoxLife,laf, Zelig Tv, Roba da Donne, Le Fanfarlo,Lierac, Obe, Tv Serial, Smemoranda.Nati nel 2016 come riconoscimento dedicato nei media ai temi LGBT+, da quest’anno i Diversity Awards si estendono alla diversità nelle aree relative a a orientamento sessuale ed affettivo, etnìa, età e generazioni, disabilità. Fra le tante istituzioni che hanno scelto di essere a fianco di Diversity  ci sono stati i patrocini di 

Commissione Europea, Ambasciata del Canada, Comitato Interministeriale Per i Diritti Umani e Comune di Milano e la collaborazione con l’Osservatorio di Pavia. Preziose sono risultate le collaborazioni con Carrefour, Eidoo, Google, Vodafone Italia e Fondazione Vodafone Italia, Lierac, Jack Daniel’s, Dell Technologies e Phd.Si è voluto dimostrare con questi importanti riconoscimenti che le tematiche inerenti alla diversità rappresentano un elemento cardine da salvaguardare in una società che voglia dirsi pluralista e all’insegna della condivisione democratica. 
                                                             
                                                                                                   

                              Giuseppina Serafino
                                     


Nessun commento:

Posta un commento