venerdì 12 luglio 2019

Alla scoperta delle Isole Canarie

Le Canarie sono conosciute come le “isole fortunate” per la presenza costante del sole, rinfrescato da vento e per la qualità delle acque cristalline. Per quanto riguarda la scelta delle spiagge non c’è che l’imbarazzo della scelta nelle sue sette isole, dense di baie e di calette suggestive.
Fuerteventura-Playa de Corallejo

Playa de Papagayo-Lanzarote
 Il viaggio alla scoperta di questi autentici scrigni di bellezze parte dall’isola di Fuerteventura, detta “isola lenta” per il clima rilassato che la connota; la spiaggia più conosciuta è Playa de Corralejo, caratterizzata da nove chilometri di battigia dinanzi alle dune di Corralejo.Particolare, oltre alle acque turchesi, è la sabbia bianca formata dall’erosione delle conchiglie marine, con potere esfoliante per la pelle, costituisce un’autentica spa naturale con vista sulle isole Lobos e Lanzarote. Da Fuerteventura si può raggiungere Lanzarote in circa 25 minuti di traghetto, per poi visitare la famosa spiaggia di Papagayo, una baia alquanto ristretta ma incantevole per la forma di una conchiglia. Le acque limpide, di color verde smeraldo, sono piuttosto calme come quelle di una piscina e consentono lo snorkeling, per godersi l’incanto dei fondali. Lanzarote è ben collegata con Gran Canaria grazie a voli interni della durata di 45 minuti. Su quest’isola è possibile sperimentare una sorta di “continente in miniatura”, a causa della grande diversità di microclimi, in un territorio alquanto variegato; la spiaggia da visitare è quella di Maspalomas , con l’ esperienza unica della vista del faro al tramonto da dietro le dune. Da Gran Canaria in 50 minuti di volo si raggiunge inoltre l’isola di El Hierro, la Isla del Meridiano è la più meridionale della Spagna, un’isola da godere con i cinque sensi. Playa El Verodal è la spiaggia su cui poter sentire viva la forza della natura poiché la sabbia è rossa , le rocce sono colate laviche e le correnti sono tumultuose; il bagno è sconsigliato ma ci si 

Gran Canaria-Maspalomas
El Hierro-El Velodar
La Plama Nogales
La Gomera -Playa del Ingles
consola con la vista impagabile dell’oceano atlantico. In 70 minuti di aereo ci si dirige verso l’isola bella di La Palma che vanta la spiaggia di Nogales, con montagne, sentieri, lava e paesaggi lussureggianti. Si trova a nord vicino a Puntallana con la sua sabbia vulcanica dal colore nero, con sfumature di blu e grigio, ha scogliere spettacolari che l’hanno resa celebre. Da La Palma occorrono quasi due ore di navigazione per recarsi a La Gomera che è una Riserva della Biosfera, per la qualità del suo ecosistema terrestre e marino. Fin dagli anni Settanta, Playa del Inlgés è stata una meta leggendaria per i cosiddetti “hippy” e per i movimenti alternativi. Essa a differenza di altre spiagge incontaminate, è densa di vita mondana, con ristoranti, divertimenti e centri sportivi. Un ‘ultima tappa di questo viaggio alla scoperta delle Canarie è Tenerife, a cui si arriva con 50 minuti di traghetto da La Gomera. La spiaggia preferita dai residenti locali, EL Médano si trova nel sud, è nota per la sabbia dorata, le acque poco profonde e la possibilità di praticare il kitesurf, con venti costanti che paiono un vero e proprio sottofondo musicale. Non resta che visitare questi luoghi autentici per scoprire altre dimensioni da cui lasciarsi incantare. 
Tenerife-Teide
                                                                      

                                                Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento