giovedì 12 settembre 2019

Catalunya in festa

Dopo il grande afflusso turistico estivo, la Cataluniya si prepara a celebrare eventi di grande richiamo quali i festeggiamenti dei santi protettori di Tarragona, Barcellona e Girona. Nelle prima località citata, in Costa Daurada, non esiste un momento più sentito come quello della festa di Santa 
Tecla, celebrazione popolare che 
risale addirittura al 1321, allorchè giunse dall’Armenia una reliquia della patrona della città catalana. Fra i tanti eventi ed esibizioni popolari che animano le strade di Tarragona, famosa è quella dei Castellers, vere torri umane formate da squadre di uomini e bambini, che possono raggiungere fino a 25-30 metri di altezza o il 
Seguici Popular, con balli e maschere della tradizione.Per i barcellonesi la fine delle vacanze è sinonimo di Festa Major De Barcelona, detta anche Festa della mercè, per derivazione dalla madonna della mercede, patrona di Barcellona dal 1687. La data ufficiale della celebrazione è il 24 settembre, ma le celebrazioni iniziano il 20, quando lungo le vie, oltre agli artisti di strada, sfilano Els Gegants (i Giganti), le Capgrossos (le grandi teste) , El 
Bestirai ossia animali giganteschi
dalle forme mitologiche. Sono piuttosto suggestivi gli spettacoli di luce, con le numerose performance pirotecniche nel Parco della Ciudatella; molto attesi sono i fuochi d’artificio sulla Spiaggia della barceloneta, con lo spettacolo piromusicale ed acquatico della Font màgica di Montjuic, la grande fontana in 
Placa d’Espanya. Fra tutte le feste di Girona, la più importante è quella del Patrono, Sant Narcìs che inizia nella piazza del municipio dove il sindaco dà il via ufficiale con la messa solenne nella chiesa di Sant Feliu, dove 
sono conservate le reliquie del santo. Il fulcro dei festeggiamenti è il Parco della Devesa, un lungo viale di palme in cui sono allestiti
 les Barraques, un tipico mercatino con artigianato locale. Fra i tanti spettacoli della tradizione, è degno di menzione il Correfoc (fuoco che corre), in cui personaggi in costume da diavolo e drago creano spettacoli pirotecnici con torce infuocate. Queste celebrazioni sono delle occasioni speciali per poter visitare fuori stagione queste mete, cogliendone alcuni aspetti desueti, ricchi di valore storico e culturale. 
               
                                                        Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento