martedì 12 novembre 2019

Courmayeur magica

Courmayeur, grazie all’attenzione rivolta alle tradizioni e all’attenzione delle eccellenze del territorio, è entrata nel prestigioso circuito Best of the Alps, che, da oltre 25 anni, annovera le 13 località turistiche alpine internazionali più famose ed esclusive delle Alpi. Per questo la Val Ferret e la Val Veny, oltre ad essere raggiunte da un servizio navette sempre più attivo, offrono e-bike e fat-bike, biciclette elettriche con pedalata assistita per evitare l’utilizzo dei mezzi a motore. Anche la stazione SkyWay Monte Bianco si conferma una destinazione sostenibile grazie all’utilizzo di pannelli solari che contribuiscono a rendere minima la dispersione dell’energia, del calore e dello spreco d ’acqua

L’attenzione all’inclusione viene a sottolineata da azioni concrete che hanno consentito a Courmayeur di entrare a far parte del circuito “Mountains 4All-Ski 2 Freedom”, una Fondazione no-profit inglese che promuove i benefici terapeutici delle attività svolte in montagna e sostiene un turismo senza barriere. Le scuole di sci della località, Scuola Sci & Snowboard Courmayeur e Scuola di Sci Monte Bianco ( nata nel 1936), propongono ulteriori soluzioni personalizzate: carrozzine mono e bi sci, trotty ski, strumenti audio per le persone con disabilità visiva. Il freeride e lo scialpinismo sono gli sport ideali per raggiungere le vette incontaminate e percorrere itinerari fuori pista, supportati dalla professionalità della Società delle Guide Alpine di Courmayeur. Sono possibili attività esclusive come l’heliski, praticabile, nell’area del Monte Bianco, e le tante discese dai ripidi pendii, insieme alla famosissima traversata della Vallée Blanche. L’offerta sportiva non si esaurisce con le esperienze adrenaliniche ma offre anche proposte più “slow”, come slow bike, ciaspolate o, ancora, lo sleddog, per vivere l’emozione di condurre una muta di cani da slitta immersi in una natura incontaminata. 
L’approccio responsabile rivolto all’accessibilità, si ritrova anche all’interno delle strutture alberghiere, ristoranti, rifugi e stessi impianti sciistici che sono infatti pet friendly: pronti ad accogliere gli amici a quattro zampe. A Courmayeur si contano 58 strutture alberghiere per un totale di 3572 posti letto e 43 strutture extra alberghiere (affittacamere, bed &breakfast, rifugi, campeggi), per un totale di 3.143 posti letto. La località si proietta ora nel futuro con l’apertura del nuovo hotel resort, TH Courmayeur, a un passo da Skway, che rispetta una filosofia eco-sosteni
bile, esaltandone il territorio e i suoi prodotti a km zero. A SKway Monte Bianco troviamo alcune delle principali novità di questa stagione: La Feltrinelli a 3446 m di altezza, che diventa il pop-up della libreria più alta d’Europa; l’area espositiva Hangar 2173, museo che custodisce la storia delle funivie del Monte Bianco; L’innovativo Mountain Bar che propone un nuovo concetto di alimentazione salutare, più antica e tradizionale e la sperimentazione enogastronomica. Come ogni anno la funivia Courmayeur rimarrà aperta fino a mezzanotte per permettere agli ospiti di raggiungere con facilità i nove ristoranti in quota. Da questa estate è stata presentata la candidatura del Monte Bianco a patrimonio mondiale Unesco come “paesaggio culturale”, questa tutela permetterà di contribuire ancora di più alla salvaguardia del territorio e al mantenimento della diversità orografica e naturalistica di questa incantevole località.        


                                                                                         Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento