domenica 3 novembre 2019

Tas’t-Livigno native food

Livigno ha presentato a Milano “Tas’t-Livigno native food”, il progetto che porta le specialità del territorio nelle colazioni degli alberghi del Piccolo Tibet. Bisc’ot da Livign, Breciadegl, Salam da Baita e Scimudin sono solo alcune delle golosità che rientrano nel progetto che unisce l’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno (ACPL), l’Associazione Turismo e Commercio (ATC), gli albergatori e i produttori del Piccolo Tibet per la valorizzazione dei prodotti locali. Questi ultimi, pur essendo molto semplici, sono diventati col tempo, veri e 
propri alimenti della tradizione, infatti Tas’t, già nel nome racchiude l’essenza dell’intero accordo: ovvero Tradizione Alpina Senza tempo.Per la colazione, ogni hotel allestirà l’Angolo della Colazione livignasca e successivamente gli appartamenti disporranno della Merenda livignasca per offrire fra i dolci la Torta da Rosina e quella da l’Indomenia, mentre ad accompagnare i salati ci saranno la Bondiola, Brasc’carola, la Panceta e il Salam da Baita, con diversi tipi di pane, tra cui il Pan da seal, il Breciadegl, il Pan da col e il Pan da carcent. Svariata la scelta di formaggi d’alpeggio e di capra, la ricotta “Poina”, lo Scimudin, il Latte stagioni e, d’estate, il Burro d’alpeggio. Lo chef Luca Galli dell’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno ha commentato: “Siamo orgogliosi di aver preso parte attivamente a questo progetto e di aver contribuito anche attraverso il Leina da Saor, il libro fotografico che abbiamo creato come ACPL e poi edito da Giorgio Mondadori nel 2014, che contiene 100 ricette tradizionali, 37 rivisitate e oltre 250 fotografie per tramandare la tradizione culinaria livignasca. 

Quest’opera è stato il punto di partenza per dare vita a due eventi speciali legati alla storia enogastronomica livignasca: il Sentiero Gourmet, un percorso itinerante che si snoda per cinque chilometri fra i boschi di Livigno con cinque tappe per gustare finger food gourmet e piatti della tradizione rivisitati, accompagnati da vini valtellinesi, e il Li Tea Gourmand, 5 cene con 5 diversi ingredienti principali che danno vita ad altrettanti diversi menu, creati dagli chef e dai pasticceri divisi in brigate, ognuno da gustare in una diversa tea tipica della tradizione livignasca.

 Da sapere è che la Latteria di Livigno è costituita da 25 medi e piccoli produttori di latte riuniti in cooperativa che offrono la possibilità di visitare laboratori, fare tappa nel piccolo museo per ammirare le attrezzature agricole d’epoca e approfondire la storia contadina. Altra eccellenza del Piccolo Tibet è l’Associazione Mattias, nata in ricordo di Mattias Peri, il primo chef di Livigno e della Valtellina a ricevere una Stella Michelin nel 2009. I soci e gli amici hanno dato vita ad uno dei suoi desideri: la prima edizione di “Un Sogno di Mattias”, una cena gourmet in alta quota alla scoperta dei sapori più autentici in una location davvero unica. ossia le cabine dell’impianto di Carosello 3000. Un modo originale di assaporare Livigno e il fantastico scenario che le fa da cornice, rendendola davvero unica.                                                                                                                    

                                                        Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento