Parma Capitale della Cultura 2020




Parma , in una affollatissima conferenza stampa, è stata presentata Capitale Italiana della Cultura 2020. Il claim che ha accompagnato il programma di Parma 2020 è “la cultura batte il tempo” poiché il percorso di candidatura è stato costruito attorno a un polo di riflessione unitario sui diversi “tempi” della città, scommettendo sulla carta dell’inclusione e della sostenibilità.
Esistono tanti volti di “Parma”: la città romana e quella medioevale, la parma rinascimentale e quella barocca, la borbonica e l’illuminista, la rivoluzionaria e l’asburgica, la Parma contadina e la Parma imprenditrice, quella verdiana-dei sentimenti forti e nazionali del melodramma-e la Parma delle barricate,quella delle tradizioni popolari, la Parma innovativa e tecnologica. Il programma di Parma 2020 è un palinsesto di bellezza, arte e creatività elaborato dagli oltre 700 partner del territorio, che si può suddividere in quattro grandi azioni: le 65 iniziative del Dossier di candidatura e gli eventi speciali; l’energia del territorio, con oltre 150 iniziative sviluppate dai Comuni, dalla Provincia, dalle Diocesi, dalle imprese e dalle associazioni; il programma dell’Università di Parma, con oltre 250 incontri sul tema della conoscenza; ed Emilia 2020, il programma coordinato con Piacenza e Reggio 
 Emilia. All’interno del Dossier di candidatura, Il Progetto Pilota e le Officine contemporanee rappresentano il paradigma di Parma 2020 e si sviluppano fra mostre, installazioni, produzioni, laboratori, musica, incontri e open call. Il Progetto Pilota si compone di due mostre, un evento speciale e quattro open call: Time Machine (Palazzo del Governatore, 11 gennaio-3 maggio ); Hospitale-Il futuro della memoria (Crociera dell'Ospedale Vecchio, Oltretorrente 24 aprile-10 ottobre)Una video-narrazione che racconterà la storia dell’Hospitale nato dalle acque-i suoi canali, i mulini, le alluvioni. Le Officine contemporanee sono mostre, produzioni teatrali e musicali, festival e cantieri-laboratorio. “Noi, il cibo, il nostro pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile (Galleria san Ludovico, Portici del Grano e Spazio A, 11 gennaio-13 aprile 2020) una produzione Barilla center for Food & Nutrition, che mette al centro ambiente, cibo e sostenibilità. “I Mesi e le Stagioni”-Piazza Duomo con gli occhi di Benedetto Antelami (Battistero di Parma, maggio-novembre ): un progetto della Diocesi di Parma. Nell’ambito della Stagione 2020 del Teatro 
Regio di Parma (10 gennaio-12 maggio), il Teatro Regio realizza un Festival speciale per incoraggiare la cultura della città ad aprirsi ad altri linguaggi musicali.L’inaugurazione di Parma 2020 sarà dall’11 al 13 gennaio con un iniziale parata che porterà in corteo le “parole della cultura”; domenica 12 gennaio la cerimonia istituzionale si svolgerà al teatro Regio alla presenza del Presidente della repubblica Sergio Mattarella: Infine, lunedì, 13 gennaio, per celebrare Sant'Ilario, Patrono di Parma, la città diventerà palcoscenico di insolite narrazioni, tra storia e poesia. “L’anno della Capitale non è arrivato per caso, ma grazie a un mix di competenza, intuizione e compiendo i passi giusti” ha dichiarato il sindaco Federico Pizzarotti “Parma ha fatto squadra e ha vinto una sfida importante.


Il futuro del nostro Paese si compirà se l’Italia stessa punterà sulla cultura: siamo una grande nazione che vive sopra un patrimonio materiale e immateriale immenso, dobbiamo semplicemente farcene carico e presentarlo al mondo intero”. 
                                           Giuseppina Serafino

Commenti

Post popolari in questo blog

Tas’t-Livigno native food

"Lanzarotturus day”

La Festa del Torrone di Cremona

Translate :