sabato 7 dicembre 2019

Visit Las Vegas

La festa del ringraziamento a Milano, presso La Scuola de "La cucina italiana ”, di via San Nicolao,7 , è stata un’occasione per riscoprire Las Vegas in versione gourmet, con il gigantesco tacchino ripieno a suggellare l’evento. Una meta che attrae perchè offre qualcosa per tutti: un gran numero di chef stellati e di ristoranti di prestigio, dopo aver visitato uno dei suoi 40 migliori campi da golf, da quello mozzafiato diTPC Las Vegas, sullo Strip a Bali Hai, dai campi rigogliosi dello Shadow Creek alle vedute aspre del Revere Golf Club. Non si può resistere alle tentazioni del tempio dello shopping aperto 24 ore : dal Forum Shops , al Caesar, al Grand Canal Shoppes al The Venetian/The Palazzo ; una visita al nuovo LINQ Promenade, permette di vedere la ruota panoramica più alta del mondo. Molte strutture turistiche offrono negozi al loro interno, come La Encore Esplanade che propone tante boutique, lo stesso vale per i Shoppes del Mandalay Place. 
Fra il Luxor e il Mandalay Bay, sono serviti anche dalla monorotaia, ci sono il negozio di surf Ron Jahn e quello di cosmetici freschi fatti a mano Lush. La Vegas è per antonomasia il paradiso della vita notturna , grazie ai suoi numerosi locali di alto livello, situati lungo la Strip, tra questi il Marquee Nightclub & Dayclub (The Cosmopolitan), Drai’s Beachclub e Nightclub (The Cromvwell), OMNIA Nightclub (Caesar Palace). Ma bisogna sapere anche che Las Vegas è stata nominata per 24 anni consecutivi destinazione n.1 per eventi fieristici e convention nell’America del Nord, con più di 262.000 persone occupate nel settore turistico; la città vanta più di 3.500 chilometri quadrati di spazio espositivo e presenta tre dei dieci siti congressuali più grandi del paese. Non potevano mancare le migliori spa come la Sala del Ghiaccio Artico al Qua Baths & Spa al Caesar Palace, dove la neve artificiale aiuta a ridurre lo stress ; 
un’opzione unica è la Spa ARIA, dove si scopre il “ganbanyoku”, un lettino giapponese per sauna fatto di sassi, che non si trova da nessun’altra parte in America. Se si predilige la natura, il Red Rock Spa consente di provare l’euforia del rafting, della mountain bike, delle passeggiate a cavallo e l’assoluta tranquillità di una spa di 10.500 chilometri quadrati. Las Vegas è anche la città dei matrimoni, infatti ogni anno più di 78.000 coppie si sposano qui, pronunciando la promessa facendo magari bunggee jumping da una mongolfiera, senza limiti alla fantasia.

 Occorre citare luoghi straordinari come il Lake Mead, il lago più grande costruito dall’uomo negli Stati Uniti, con la diga Hoover, costruita nel 1935, una delle 10 opere più importanti del ventesimo secolo, e la più alta in cemento del ventesimo secolo. Situata a circa 70 chilometri da Las Vegas nelle Spring Mountains, Mount Charleston è un’isola sempreverde nel Mojave Desert, dove ci sono sentieri per il trekking; la sua vetta più alta si staglia per 3.627 nel cielo del Nevada del Sud . Anche il Lee Canyon si trova nella Foresta Nazionale di Toiyabe ed offre la possibilità di sciare. Il Grand Canyon è la porta d’accesso ai Parchi Nazionali ed è una delle pietre miliari di questo paese e del mondo. 
La maggior parte dei tour accompagnano all’ingresso principale del Gran Canyon sul South Rim, mentre altri portano al North Rim. La parte più occidentale, nella quale si trovano le cascatae Havasupai e la città di Supai, è anche accessibile attraverso le strade che percorrono la Riserva Indiana di Hualai. Las Vegas possiede quindi molteplici volti e consente di perdersi in una miriade di suggestioni davvero grandiose, da scoprire …mettendosi in “gioco”.


                                     Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento