Minorca fra arte e cieli stellati

Minorca, considerata la più incontaminata delle isole Baleari, è stata inserita fra le 52 mete da visitare nel 2020 dal New York Times nella classifica annuale “52 Places to Go”. Essa è stata dichiarata Riserva dall’Unesco nel 1993, grazie alla conservazione di un patrimonio paesaggistico che ha mantenuto una qualità straordinaria, in circa 700 km quadrati.Questa località è stata anche certificata come la prima isola del Mediterraneo riserva e destinazione Starlight, che possiede la peculiarità del suo cielo notturno con luoghi liberi di inquinamento atmosferico e da luci artificiali come le spiagge di Cavalleria, Son Saura e Algaiarens, il barranco (dirupo) di Algendar o i poblados talayòticos (insediamenti archeologici) di Torre d’en Galmées e Son Catlar.
 Un’altra ragione per visitarla quest’anno consiste nel fatto che la celebre Galleria d’arte contemporanea svizzera, Hauser & Wirth, aprirà un centro artistico nell’isola del Re, nel porto Di Mahon. In questo ambiente suggestivo si trova un antico ospedale navale che è contraddistinto da un’architettura imponente e da un insieme di edifici che sono stati edificati nel XVIII secolo. La sopracitata Galleria, in collaborazione con la Fondazione dell’Ospedale, procederà alla restaurazione del complesso con l’obiettivo di preservare l’ecosistema dell’area anche grazie alla creazione di graziosi giardini disegnati dal celebre paesaggista Oudolf. Minorca è stata inoltre dichiarata Regione Europea della Gastronomia per il 2022 dalla IGCAT )International Institute of Gastronomy, Culture, Arts and Tourism).Tale menzione le permetterà di sviluppare un’identità gastronomica molto forte legata alle tradizioni, alla sostenibilità e alla preservazione del territorio. Da tener presente la Fiera Arrels che si celebra il 4 e 5 aprile, gustoso evento gastronomico che raduna i più rinomati

chef minorchini e non, impegnati nella diffusione dei sapori e dei piatti da sempre radicati nell’essenza del suo straordinario territorio.

                          www.hauserwirth.com/locations/25040menorca http://www.menorca.es/

                                                 
                 Giuseppina Serafino

Commenti

Post popolari in questo blog

Tas’t-Livigno native food

"Lanzarotturus day”

La Festa del Torrone di Cremona

Translate :