martedì 7 aprile 2020

Sognando Singapore, “Città del leone”


In attesa di poter riprendere a viaggiare realmente si cerca di poterlo fare virtualmente immaginando luoghi da sogno, come Singapore. Ubicata nell’estremità meridionale della penisola malese, essa si sviluppa su un arcipelago formato da un’isola principale e da circa 60 isolette minori. Risulta molto facile da visitare poiché è disponibile una rete di trasporti molto efficiente; questa Città-Stato dispone di uno
 degli aeroporti più all’avanguardia del mondo, il pluripremiato Changi Sirport. Nel 2019 è stato inaugurato il Jewel, dove si trova la Rain Vortex, la cascata interna, di 40 metri, più alta del mondo, circondata da una foresta a terrazze di quattro piani. Altro luogo suggestivo è il famoso ed iconico skyline di Singapore, l’emozionante panorama con il Marina Bay Sands, formato dai tre altissimi grattacieli sormontati da una grande terrazza a forma di nave; qui si nota l’ArtScience Museum, con la caratteristica forma a fiore di loto, e i bellissimi Supertrees di Gardens by the Bay, alberi della vita alti fino a 50 metri . Si tratta di una vera e propria opera architettonica, con 18 
strutture che coniugano la natura con la tecnologia; emozionante lasciarsi incantare dalle migliaia di luci che illuminano il paesaggio circostante. Una necessaria sosta è quella al Merlion, la statua con la testa di leone (il nome Singapura significa “Città del Leone) e corpo di pesce, per ricordare il suo passato di villaggio di pescatori. I quartieri 

tradizionali di Singapore sono
 in particolar modo ricchi di fascino, come Chinatown con il Buddha Tooth Relic Temple. La struttura accoglie, oltre ad una reliquia del Buddha storico, conservata in una gigantesca stupa d’oro massiccio, oltre 300 manufatti buddisti provenienti da tutta
l’Asia. https://www.harokostudio.com/project/chinatown-heritage-centre/ Little India è poi il quartiere più colorato e profumato di Singapore, molto 
affascinare, come Kampong Glam, il vivace quartiere arabo, considerato uno dei più trendy della città che presenta
la coloratissima Haji Lane, una via interamente ricca di murales.
L’edificio principale di questa zona è la Sultan Mosque, costruita nel 1824 per il Sultano Hussein Shah, la cui cupola dorata è decorata con fondi di bottiglie di vetro, donate dai fedeli più poveri per contribuire alla costruzione del luogo di culto. Una incantevole immagine di Singapore è quella che la ritrae durante l’ì Light Singapore, il festival durante il quale l’area di Marina Bay viene
 circondata da una magica atmosfera per la presenza di artisti emergenti e di fama internazionale provenienti da tutto il mondo per esporre opere all’insegna della sostenibilità. Sono quindi molteplici le ragioni per visitare la Città del leone, coniugando sensazioni contrastanti che immergono in  una realtà di grande impatto emotivo.
                                  
                                             Giuseppina Serafino

Nessun commento:

Posta un commento