Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2020

Isole Borromee da incanto

Immagine
Scorci fantastici su giardini lussureggianti, dimore storiche di notevole pregio ma anche raccolte museali che rievocano usanze di tempi lontani. L’arcipelago delle Isole Borromee è collocato nel medio lago Maggiore, nel golfo omonimo che vede contrapposte, le incantevoli località di Stresa e Pallanza. Nell’Oasi naturale del Parco di Villa Pallavicino, in direzione Belgirate, si estende un’ area di 18 ettari nella quale si passeggia in viale alberati, affiancati da 
macchie di fiori policromi e on cui possono osservare 50 specie fra mammiferi e volatili e in una fattoria con daini, caprette, lama, alpaca e pecore. Villa Pallavicino è stata una dimora privata nel 1855, quando l’area fu acquisita da Ruggero Bonghi, statista e letterato, a cui fece seguito la famiglia del nobile genovese Pallavicino che ampliò la tenuta , facendola diventare una villa ottocentesca di stile neoclassico. Nel 1956 costoro trasformarono la residenza in museo faunistico aperto al pubblico. A 400 anni dalla n…

Irlanda e siti Unesco

Immagine
L’Irlanda, isola affascinante per i luoghi circondati a volte di mistero, ha tre siti che per la loro bellezza sono tutelati dall’Unesco come Patrimonio dell’ Umanità. . In una zona tranquilla della contea di Meah sorge Newgrange, una tomba a corridoio più antica delle Piramidi, risalente al 3200 a.C; all’alba del 21 dicembre un raggio del sole nascente penetra attraverso l’ingresso facendosi strada nel corridoio di pietra illuminando la camera ardente cuore del monumento. La Giant’s Causeway, descritta come l’ottava meraviglia del mondo, è costituita da 40.000 colonne di basalto esagonali che scendono fino al mare come un enorme nido d’ape. La leggenda narra che sarebbe nato in seguito ad una guerra di giganti ma la geologia sostiene che la struttura fu generata da un’attività vulcanica risalente 
a 60 milioni di anni fa.Skellig Micheal, nella Contea di Kerry, definita una sorta di sogno nel mezzo dell’Atlantico, è la stella della Wild Atlantic Way che affascina per gli insediamenti …

Piccoli gioielli in Costa Azzurra

Immagine
Senza allontanarsi troppo dall’Italia è possibile visitare piccoli gioielli per ritrovare magiche atmosfere di un tempo che sembra  essersi fermato.  A circa mezz’ora da Nizza , fra Cannes e Grasse, il villaggio di Mougins è un grazioso borgo fiorito, celebre anche per il soggiorno di Picasso negli ultimi 12 anni della sua vita. Oltre al Parco della Valmasque , con i suoi 30 km di percorsi in mountain bike, lo stagno Fontmerle incanta con la sua colonia di fiori di loto, la più importante d’Europa.Da tenere presente il suggestivo percorso che ha per tema l’acqua con ben diciannove fontane  e lavatoi distribuiti su tutto il territorio che presero l’avvio dal XII secolo. In ogni piazzetta dei villaggi della Provenza, all’ombra di un maestoso platano, se ne vede una, muta presenza che simboleggia la vita ed era una tappa ristoratrice per cavalieri e viandanti. Luoghi di lavoro femminile, i lavatoi, semplici bacini idrici o addirittura pietre sul fiume, erano anche punti di socializzazio…

In Sicilia sulla Magna Via Francigena

Immagine
Riscoprire la Sicilia nei suoi aspetti autentici potrebbe essere un futuro obiettivo di viaggio per ritrovare una dimensione di vita appagante sulla base degli elementi di essenzialità che contraddistinguono alcuni suoi territori.

Sloways, da sempre impegnata a promuovere una forma di turismo lento a piedi e in bicicletta, propone la Magna Via Francigena che collega due antiche città di porto Palermo e Agrigento, tramite un sistema di trazzere ,antichi sentieri sterrati che uniscono i villaggi dell’entroterra. Si parte da Santa Cristina Gela e da S.Agata, centro della antichissima comunità Arbereshe, di origine albanese, nei pressi del lago di Piana degli Albanesi, per recarsi al  Santuario di Maria S.S del Rosario di Tagliavia che venne eretto nel 1841, dopo che secondo una leggenda, fu rinvenuta da due pastori una pietra con l’immagine della Vergine e, successivamente, una fonte d’acqua dalle proprietà miracolose, capace di curare Re Ferdinando I di Borbone. Il sentiero conduce poi…

Il turismo lento sui Colli Euganei

Immagine
Molti concordano nel prevedere un rinnovato interesse per il turismo sostenibile e di prossimità. Si tratta di un’occasione straordinaria tesa alla scoperta di piccoli borghi, cammini a poca distanza, avvalendosi della mobilità dolce per effettuare piacevoli gite a piedi ed in bicicletta. In particolare i Colli Euganei e la Bassa Padovana si pongono come una possibile meta per cicloescursioni lungo il tratto dell’Anello ciclabile fra archeologia, arte e natura, da Montegrotto Terme a Torreglia. Si parte dalla città di Montegrotto Terme, il cui nome deriva dal latino Mons Aegrotorum, ossia collina dei malati, con riferimento alle proprietà curative della sorgenti di acqua calda conosciute sin dall’antichità. 
Già i Veneti nel I millennio a.C conoscevano l’importanza delle acque termali, alle quali era associato il culto di un dio che in epoca romana venne chiamato Aponus. Ed è proprio all’epoca romana che risale l’importanza dell’area archeologica tra via delle Terme e via degli Scavi, …

Grado: l’isola che c’è

Immagine
“Paese mio, piccolo nido e covo di gabbia, posato leggero su di un dosso biondo, per te di canti ne farei un mondo e mai non smetterei di cantarli”. Oltre a questi versi di Biagio Marin (1891-1985), poeta gradese per eccellenza, sono tanti coloro che hanno immortalato la suggestione di Grado per celebrarne la sua piacevolezza di spiaggia imperiale fin dal 1892 , come fu dichiarata dagli Asburgo, e di stazione termale riconosciuta a livello internazionale. Essa infatti presenta un Centro sabbiature unico in Italia che sfrutta gli effetti positivi della sabbia ricca di minerali benefici. Un’isola nel mare del Friuli Venezia Giulia, con 10 km di spiaggia sabbiosa, circondata da 
16.000 ettari di laguna puntellata da oltre 100 isolotti, che 
possono essere esplorati 
pedalando lungi i suoi 40 km di piste ciclabili. Su di essi sventola la Bandiera Gialla della Fiab con 5 bike smile, ottenuti da soli 6 Comuni in Italia. La sua storia vanta anche 30 Bandiere Blu ( per la gestione sostenibile…

Alla scoperta della Val di Non

Immagine
La Val di Non, da sempre crocevia di popoli, è un territorio di confine, legato alla Valle dell’ Adige, e quindi al Trentino ma anche alla Val d’Ultimo e quindi all’ Alto Adige. Essa si estende dal massiccio delle Dolomiti di Brenta al Gruppo montuoso delle Maddalene.La sua storia è costellata di testimonianze di grande fascino come castelli, santuari e graziose chiesette, manieri ma anche borghi contadini che conservano il fascino di un tempo. Tra boschi ed alpeggi, fanno capolino malghe attorniate, sui versanti soleggiati da meleti che affascino in primavera con la loro fioritura. Ciò che viene considerata la vera perla di questo paradiso è il Lago di Tovel, incastonato nel Parco Naturale dell’Adamello 
Brenta, è famoso perché fino a qualche tempo fa si tingeva di rosso, quasi fossero 

insanguinate a causa di una principessa ferita in battaglia . La leggenda narra che lo spirito della principessa Tresenga vaghi sulle acque del lago sospirando. In realtà il fenomeno della colorazione…