#Elbasicura

In questo periodo di grande incertezza per quanto riguarda la programmazione delle proprie vacanze, un progetto pilota arriva dall’Isola d’Elba. Si tratta di un modello reso possibile dal tavolo di lavoro del Gat (Gestione Associata per il turismo dell’Elba) sotto il marchio di Visit Elba. Le iniziative vanno dai traghetti a portata ridotta e senza affollamenti, in qualsiasi 

giorno della settimana, che consentono di rimanere in auto per raggiungere la propria destinazione, senza scendere dal proprio mezzo. Le oltre 200 spiagge dell’ Isola, permetteranno il distanziamento sociale, anche in caso di massima affluenza, sia sulle 80 facilmente raggiungibili in auto, che sulle altre 120, arrivando tramite sentieri o imbarcazioni,in vere e proprie oasi di
libertà (https://elbasmartexploring.com.) In attesa di disposizioni governative sul libero spostamento, coloro che sceglieranno di 
effettuare in questo angolo di Toscana la propria vacanza, potranno versare la caparra fino a 15 giorni prima del soggiorno. Per rendere il soggiorno ancora più particolare, verranno incrementati alcuni servizi esclusivi presso gli hotel, come ad esempio cene in terrazzo; chi la sera vorrà soffermarsi in spiaggia, potrà ordinare la spesa online e farsela recapitare nel luogo scelto. Oltre all’attività balneare sarà possibile svolgere innumerevoli esperienze sul territorio, infatti l’Elba, cuore del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, riserva MAB Unesco, è famosa per il suo ambiente incontaminato. Grazie agli oltre 400 chilometri di sentieri si potrà fruire delle
opportune distanze, sia da soli, che avvalendosi di visite guidate, con appositi mezzi di comunicazione. Altra opportunità di svago sarà quella effettuata con l’uso di biciclette, prelevate dai diversi punti noleggio, aderenti al protocollo di sanificazione concordato con la Asl.L’Elba potrà 
così avvalersi di un vero e proprio lusso dello spazio, che va dalle bellissime spiagge, ai sentieri per il trekking, dalle riserve naturalistiche ai graziosi borghi. Gli amanti dello snorkeling possono recarsi all’isolotto di Ortano e raggiungere in gommone le calette selvagge fra l’Innamorata e Calanova, con la tavola da surf dirigersi al largo Chiessi. Coloro che cercano la quiete potranno trovarla presso la località La Zanca e Costa dei Gabbiani, lasciandosi ammaliare dai colori della fiammeggiante alba di Rio Marina e dagli scenografici tramonti di Pomonte. Chi desidera rigenerarsi con lo sport, potrà effettuare un’escursione sul Sentiero delle Farfalle o dei singletrack nel Bike Park di Capoliveri, facendo una puntatina alle Miniere. Svariati sono i sentieri che si snodano sul Monte Capanne permettendo la ricerca di antiche abitazioni di pastori, o dei Domoliti, Stele e Menhir come a Pietra Murata e a Sassi Ritti, per non citare le tombe 
protostoriche di Piane della Sughera. Incantevoli i profumi della flora locale, dal giglio di mare illirico sulle Dune di Lacona o i secolari alberi di Tasso al Poggio, memoria storica di un’antica foresta del Terziario ; percorrendo il sentiero del Calone (sopra la spiaggia dell’Innamorata) fino alla Miniera del Vallone si è circondati da fichi d’ India giganti e ginestre in fiore. Presso la vetta del Monte Capanne, raggiunta con la cabinovia, l’Elba e il suo bellissimo Arcipelago saranno a portata di mano con il loro straordinario incanto, ripagando i più scettici della validità della scelta di questa fantastica vacanza.


Giuseppina Serafino

Commenti

Post popolari in questo blog

Tas’t-Livigno native food

"Lanzarotturus day”

La Festa del Torrone di Cremona

Translate :