lunedì 4 maggio 2020

Il lago di Como e le sue suggestioni

Una meta di grande fascino in Lombardia è il lago di Como, apprezzato per i suoi graziosi borghi e per le belle ville ricche di arte e di storia. Incastonato fra le alpi Orobie, nei suoi 185 km di perimetr, ci sono tappe di notevole pregio. partiamo dalla cittadina di Como con il suo duomo che conserva opere di grande rilevanza come l’Adorazione dei magi di Bernardino Luini, “Lo sposalizio della Vergine” e “La fuga in Egitto” di Gaudenzio Ferrari, la pala 
cinquecentesca di sant’Abbondio, protettore della città. Nella zona medievale della città, dietro alla sopracitata struttura, troviamo la basilica di san Fedele, sorta su una precedente chiesa paleocristiana risalente al VI secolo, ha un impianto romanico ed un coro, finemente decorato con figure zoomorfe, mostri e grifoni. Percorrendo il lungo lago , si può raggiungere, dopo circa 2 km, Villa Olmo, soffermandosi presso il tempio voltiano, costruito in stile neoclassico, nel centenario della morte di Alessandro volta, nel 1927. Alle spalle della statale 342, possiamo visitare il museo didattico della seta, luogo significativo per la memoria storica dell’industria comasca. Il lago di Como può essere ammirato 

dall’alto, utilizzando la funicolare che dal centro cittadino porta fino a Brunate, “Il balcone delle Alpi”, godendosi scorci di incredibile bellezza sui tanti borghi come ad esempio Bellagio, con Villa Serbelloni e Villa Melzi, con i suoi meravigliosi giardini, le scalinate in pietra e le antiche chiese. Da menzionare è la basilica di san Giacomo edificata dai maestri comacini tra l’XI e il XIIsecolo, esempio di stile romanico lombardo; è individuabile per la sua possente torre campanaria. Altra meta che attira frotte di turisti per gite giornaliere è

 Varenna con la chiesa di san Giorgio, in cui si trova l’affresco di san Cristoforo, patrono dei viaggiatori, e Villa Monastero, che si affaccia sul lago con un bel giardino botanico che si estende per circa due chilometri. Una deliziosa località dalle origini antiche è Menaggio,
con una piazza centrale e un particolare lungo lago che offre la vista di un panorama unico, dal versante ovest del bacino lacustre. La chiesa di san Carlo, presenta un caratteristico campanile a vela in stile spagnolesco, con delle particolari tele seicentesche al suo interno. Un'altra vista fantastica sul lago di Como la si ha dal Santuario della Madonna della pace, in frazione Nobiallo, spaziando con lo sguardo da Bellagio a Varenna. il modo migliore per fruire degli

incanti di questo piccolo eden, oltre alle escursioni, alla bicicletta, è la navigazione con battelli, infatti la  Gestione navigazione laghi collega le principali località, consentendo di immergersi in ambienti unici dal punto di vista storico ed artistico, come Villa Balbianello a Lenno e il Sacro monte di Ossuccio a Tremezzina. Un luogo di profonda spiritualità è l’Abbazia di Piona a Colico, in provincia di Lecco, nel quale è possibile avvertire quel senso di rapimento estatico fruito sui magici scorci del lago circostante.
                                                       Giuseppina Serafino

2 commenti:

  1. Essendo cresciuta a Milano sono stata a Como diverse volte ma non conoscevo la funicolare di cui parli qui. Dovrò tornarci la prossima volta che sono in Italia!

    RispondiElimina