Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2020

Spiagge della Catalogna

Immagine
La Catalogna è considerata una delle regioni più ricche della Spagna, e non solo per l’aspetto economico poiché qui sono nati alcuni degli artisti spagnoli più geniali come Joan 
Mirò , Salvador Dalì e Antonio Gaudì, oltre due grandi della musica come Montserrat Caballè e Josè Domingo Carreras. Si tratta della zona nord-orientale della Penisola iberica, stretta fra le montagne dei Pirenei e il mar Mediterraneo; a nord confina con la Francia e il pPrincipato di Andorra, a ovest con la zona di Aragona, a sud con la Comunità Valenziana, mentre ad est è interamente bagnata dal mare. Spiagge bellissime che si estendono su 600 km di costa della Catalogna marittima, sono la meta ideale per coloro che amano tuffarsi in un mare cristallino, all’insegna del relax e del divertimento. 
L’Ente del Turismo spagnolo suggerisce alcune zone poco conosciute con graziose calette che si celano in anfratti non immediatamente accessibili. A nord della Costa Brava l’elenco sarebbe lunghissimo, ma è sufficient…

“Viaggio in Italia” con le Giornate FAI

Immagine
In questo week end di fine giugno le Giornate FAIconsentiranno di scoprire luoghi all’aperto, all’insegna della “cultura della natura”. Sarà un modo per conoscere l’immenso patrimonio green del nostro Paese. Parchi e giardini storici monumentali, riserve naturali ed orti botanici, alberi millenari e piante bizzarre sono alcuni dei 200 luoghi che potranno essere visitati in questa edizione speciale delle Giornate FAI. di sabato 27 giugno e domenica 28 giugno 2020, su prenotazione, in più di 150 luoghi d’Italia. Un’iniziativa che contribuisce a risvegliare la curiosità per ciò che ci circonda, per interrogarci-come scriveva Goethe, nella sua opera “viaggio in Italia”- per interrogarci su ciò che solitamente vediamo ma non conosciamo. Per la prima volta verranno svelati al pubblico, a pochi mesi dell’accordo tra il FAI e la Fondazione Museo di Palazzo Moroni, i grandiosi Giardini di Palazzo Moroni a Bergamo, oltre quattro ettari di verde fra le mura della Città Alta. Un polmone verde, 

c…

#Monferrato autentico

Immagine
Nel Monferrato, ai quattro punti cardinali della provincia di Alessandria, è possibile ammirare, fino alla fine di luglio,degli angoli incantevoli con le intense tonalità di blu e viola dei campi di lavanda. Una coltivazione che alcuni ritengono appannaggio dei paesi d’oltrealpe ma che in realtà, con lo svilupparsi dell’intero ciclo, dalla produzione alla trasformazione, anche in Piemonte, è diventata un fattore economico agricolo sostenibile, a coltivazione biologica e biodinamica.
Nella parte sud occidentale della provincia nell’Alto Monferrato acquese, sulla dorsale che divide la Val Bormida dalla Valle dell’Erro, vicini al confine ligure, ci sono alcuni graziosi borghi come Spigno, Ponti, Merana, Castelletto d’Erro. Proprio in quest’ultimo si estendono i setti ettari di lavanda dell’azienda di Anna Calviello, facilmente raggiungibili dal paese, dopo circa un chilometro, seguendo la provinciale in direzione Montechiaro Alto. Un punto panoramico per avere uno splendido colpo d’occh…

Vacanze green in Terre di Pisa

Immagine
Ci sono angoli di Toscana con un fascino autentico ancora da scoprire. Territori che vanno al mare, lungo l’Arno fra dolci pendii, graziosi borghi, oliveti e ville grandiose. Si tratta delle Terre di Pisa riunite sotto un unico marchio che comprende consorzi, associazioni, enti di promozione turistica ma anche artigiani, produttori che vogliono valorizzare le proprie eccellenze. Un intreccio di sentieri conducono a parchi naturali ed oasi come quella del lago di Santa Luce fino alle belle atmosfere delle Fumarole di Sasso Pisano. Gli appassionati di bicicletta possono dare sfogo al proprio estro lungo il greto dell’Arno o gli impervi calanchi nei dintorni di Volterra, un’area ricca di fonti geotermiche che danno vita all’affascinante fenomeno dei soffioni boraciferi nei pressi di Larderello. La Val di Cecina si protende fino alla costa, fra pinete che si riflettono sulla superficie del mare, ridisegnando il classico 
paesaggio toscano puntellato di pievi romaniche, pascoli delimitati d…

Occit’Amo e il Paese che non c’è

Immagine
A pochi chilometri da Torino, si estende un piccolo lembo di Piemonte che ha ottenuto il riconoscimento dall’Unesco come Riserva della Biosfera del Monviso. In esso sono presenti profonde valenze culturali, paesaggistiche e gastronomiche che si rifanno alla cultura occitana: dai trovatori medioevali ai giorni nostri in un percorso vivace che si traduce in lingua, costumi, musica e balli.Qui sta per partire la sesta edizione di Occit’amo 2020nella porta orientale dell’Occitania, il “Paese che non c’è” che dal Piemonte si estende fino alla Spagna, unendo in una sorta di abbraccio le persone che si riconoscono per origini, caratteri e passioni comuni. 
Il Festival Occit’amo nasce nel 2015 con la direzione artistica di Sergio Berardo, leader dei Lou Dalfin, anima della riscoperta della musica occitana. Protagoniste assolute sono le valli alpine ai piedi del “Re di Pietra”, il Monviso, riunite in un unico progetto di promozione territoriale che va sotto il nome di Terres Monviso: 
Valle S…

Mezzano di Primiero, Paese museo en Plein air

Immagine
Mezzano di Primiero, uno fra i Borghi più Belli d’Italia del Trentino situato sotto le pale di San Martino, è un vero e proprio Paese- Museo en plein air grazie al suo passato rurale. In ogni piccolo angolo, nelle piazzette, all’ombra di ballatoi, si celano dipinti, antiche iscrizioni, fontane e stoili (piccoli acquedotti pensati per condurre al coperto l’acqua delle alture), orti e cataste artistiche di legna. Un museo che può essere scoperto passeggiando e seguendo l’accattivante segnaletica con le scritte rosse in italiano ed inglese sotto il logo di Mezzano Romantica, a rammentare che tutto qui viene fatto con il cuore. Un totem dà il benvenuto ed invita a scaricare gratuitamente l’App bilingue per prepararsi alla visita. Bisogna cercare una semplice sedia rossa, che compare in alcuni angoli e suonare la campanella appoggiata al  sedile. Al suo suono giunge una persona che abita nei dintorni e che si mette a disposizione  per fornire informazioni su dove trovare prodotti tipici …