Destinazione Malcesine

Un borgo medioevale di 3.700 abitanti situato sulla sponda veronese dell’alto Lago di Garda, Malcesine da anni viene insignito della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano ed è certificato Emas (Eco- Management and Audit Scheme) uno strumento creato dalla Comunità Europea per migliorare la gestione ambientale a favore della sostenibilità e del rispetto della natura.Quasi sospeso fra acqua e montagne è circondato da una natura di grande bellezza ed ha origini antichissime. A est si estendono uliveti e si staglia il Monte Baldo, considerato il “Giardino d’Europa” per via del suo ricco patrimonio floristico, a ovest le spiagge del Lago di Garda e le Prealpi Bresciane e l’ Adamello; a nord il Monte Brione e, sullo sfondo, il Gruppo el Brenta; a sud il dolce anfiteatro delle Colline Moreniche. Forse per questo motivo 

Malcesine è una delle pochissime località “Covid free” del nord Italia e si è organizzata per 
offrire molteplici possibilità di svago e di intrattenimento.Il Monte Baldo, oltre ad essere un suggestivo parco naturalistico, unico per la sua biodiversità con oltre sessanta specie di orchidee e fiori rari, è una grandissima palestra dove si possono praticare attività sportive dal trekking al parapendio, dal nordic walking alla mountain bike. Si raggiunge in soli 15 minuti grazie alla Funivia Malcesine, tra gli impianti funiviari più avanzati al mondo, con le sue cabine rotanti, è in grado di far apprezzare un 


panorama unico raggiungendo quasi quota 1700 metri.  Una novità annunciata per quest’estate è l’iniziativa “Camminare insieme” che vedrà albergatori, gestori di residence, bed &breakfast e di campeggi, disponibili ad accompagnare i loro ospiti alla scoperta dell’entroterra di Malcesine e dei suoi angoli più caratteristici, lungo antiche mulattiere e sentieri. Un’attenzione particolare sarà rivolta al ricco patrimonio artistico e culturale che va dal castello eretto dai Longobardi e il Palazzo dei Capitani, edificato dagli Scaligeri fra il XII e XIV secolo, con il suo grazioso giardino e i pregevoli affreschi.Un’attenzione particolare verrà rivolta alla valorizzazione delle materie prime del territorio per far apprezzare un’ampia offerta enogastronomica.

Nei circa settanta ristoranti, dai bistrot e agli agriturismi, senza trascurare l’esperienza fine dining al ristorante stellato (il primo, sin dal 2004 , della sponda orientale) si potrà gustare il pesce di lago, la garronese veneta del Baldo ( una carne di allevamenti locali e attenti al benessere animale), con le erbe spontanee del Monte baldo ( fra cui l’aglio orsino e il buonenrico) il pregiato Olio Extra Vergine del Garda.                                                                                 
Proprio per far conoscere questi ingredienti di alta qualità, in un’ottica di gastronomia sostenibile, i ristoratori celebreranno il loro territorio con il piatto speciale“Centopercento Garda”, abbinato a uno dei vini dell’azienda Cà Maiol, prezioso riferimento dell’enologia gardesana e partner di questa iniziativa. Una vacanza di grande relax ma all’insegna delle tante opportunità di scoperta di un ambiente di notevole pregio che merita di essere rivalutato. 

                 Giuseppina Serafino

                


Commenti

  1. Mi salvo questo post per la prossima volta che andremo a Malcesine. Ci siamo stati una settimana fa e l'acqua del lago era fantastica, c'era una brezza così piacevole che siamo rimasti a riva tutto il tempo e, ahimè, ci siamo persi le meraviglie da visitare. Ma ci torneremo.

    RispondiElimina
  2. Vi auguro di tutto cuore di potervi rifare!

    RispondiElimina
  3. Bellissima Malcesine e bellissimo il monte Baldo! Ero restata affascinata anche dal piccolo allevamento di alpaca con il mercatino dei prodotti a base della loro lana. Una gita da rifare, alla luce di tutti i tuoi suggerimenti. Grazie!

    RispondiElimina
  4. Mi fa piacere che tu condivida questi bei ricordi!

    RispondiElimina
  5. Ci abito abbastanza vicino ma non ci sono mai stata, che vergogna! Potrei considerarla come meta per uno dei prossimi weekend. Grazie per avermelo ricordato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso ci si debba vergognare per il fatto di trascurare ciò che è a portata di "piede".Ti puoi sempre rifare!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tas’t-Livigno native food

Buona la Puglia

ICE Music Concerti in Paradiso

Translate :