domenica 26 luglio 2020

Salonicco “La città che non dorme mai”.

Salonicco è una città dalle molteplici sfaccettature che offre diverse possibilità di vivere una vacanza intensa in territorio greco. Se si hanno a disposizione tre o quattro giorni si potranno avere diversi tipi di approccio a questo piccolo scrigno di tesori autentici.I monumenti sono a poca distanza: la Rotonda, l’Arco di Galeiro (Kamara) e il Complesso di Galeiro, con il i Museo archeologico in cui si possono ammirare le memorie della Macedonia. 
Una bella passeggiata sul mare consente di ammirare il monumento simbolo di Salonicco, la Torre Bianca (LefKos Pyrgos), dalla cui sommità si gode un panorama fantastico. Il secondo giorno inizierà con un’ottima colazione a base del tradizionale koulouri o la bougatsa di Salonicco (dolce tipico a base di crema al semolino) o la spanakopita ( torta tradizionale con spinaci e feta). Si può decidere di fare un giro nei coloratissimi mercati alimentari del centro: Piazza Athonos, il mercato Modiano o lo storico Kapani, per poi proseguire per l’Ano 

Poli , la Città Alta, con le mura possenti , che permettono di farsi ammaliare dal fascino della parte antica. La salita offre l’opportunità di visitare caratteristici vicoli, chiese come quella di San Demetrio, patrono della città, e il Bagno bizantino, sito Patrimonio mondiale dell’Unesco. La sera potrà essere trascorsa , fra musica e divertimento, a Ladadika, il quartiere apprezzato per l’intensa vita notturna. 
Nei giorni successivi gli appassionati di cultura potranno sbizzarrirsi nei circa 30 musei mentre gli altri potranno passeggiare sul lungomare o in piazza Aristotile, addentrandosi nei numerosi negozi e centri commerciali. Per la pausa pranzo si potranno gustare i celebri stuzzichini, detti meze, accompagnati dalla grappa tradizionale greca , tsipouro, nelle taverne in piazza Athonos o in uno dei mercati menzionati. Nella parte occidentale di Salonicco ci si dovrà fermare per addentrarsi nei Giardini botanici, con oltre 1000 specie di piante rare e un roseto con 100 tipi di rose.
 Nella parte orientale della città si può invece visitare Vasilissis Olgas, dove si possono ancora apprezzare alcuni dei palazzi sontuosi costruiti fra il XIX e XX secolo, seguendo gli itinerari di architettura ottomana, ebraica o moderna. Per non perdere l’abitudine, si potrà poi continuare ad assaporare del buon cibo nella zona di Aretsou; l’odos Nikolaou Plastira pullula di locali in cui si può mangiare dell’ottimo pesce lasciandosi incantare dal tramonto sul mare. La sera il divertimento è a portata di mano lungo le due strade pedonali di Iktinou e Zefxidos. Una vacanza che si preannuncia densa di suggestioni molteplici, in attesa di proseguire per un’altra tappa nella “mitica”Terra dei Greci.
                                                                       

                                     Giuseppina Serafino

4 commenti:

  1. Proprio bella la Grecia e Salonicco è veramente una bella città, mi piacerebbe visitarla. A parte monumenti, sicuramente bellissimi, ma deve essere molto interessante anche visitare il giardino botanico, perchè come dici tu, ci sono tantissime specie di piante rare. Sono molto curiosa! Grazie per le tue preziose informazioni!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per l'interesse che hai dimostrato!

    RispondiElimina
  3. In Grecia ho visto solo Atene, in una vecchia gita scolastica. Poi sono stata alle isole di Rodi e Creta, ma penso che siano diverse dalle città greche come Salonicco. A Salonicco si trova mare e arte da quello che si evince dal tuo articolo.. mi sa che la metterò in wishlist presto :)

    RispondiElimina
  4. Mi fa piacere Silvia se questo spunto ti potrà essere utile...in compenso,invidio le tue gite scolastiche di ampio raggio!

    RispondiElimina