venerdì 17 luglio 2020

Sentiero del Viandante, Cammino certificato

Il Sentiero del Viandante è ufficialmente il primo cammino certificato dal Touring Club italiano. Si tratta di un'antica mulattiera risalente al periodo romano, di  circa 50 km nella provincia di Lecco, che unisce i sentieri che collegano i paesi della sponda orientale del lago di Como, con le borgate a mezza costa, nella Bassa Valtellina. Può essere percorso in quattro tappe,
 in altrettanti giorni diversi, partendo da Abbadia Lariana, ai piedi delle Grigne che con le loro guglie calcaree dominano un tratto aspro del bacino lacustre, per passare sopra Mandello del Lario. Si attraversa la frazione Maggiana con la torre del Barbarossa per poi proseguire verso Lierna, graziosa località con il piccolo borgo di Castello proteso nel lago.


Da questo punto subentra il tratto più impegnativo che unisce Varenna, piccola perla amata dagli inglesi, con quasi mille metri di dislivello, per giungere a Bellano, presente nei romanzi di Andrea Vitali, percorrendo una salita al medievale castello di Vezio, nel Comune di Perledo. Un punto 

di attraversamento dei torrenti le cui acque azionavano antichi mulini, al fresco di boschi di castagno. Affascinanti i panorami che spaziano dalla punta di Bellagio a Menaggio, fino alle montagne che segnano il confine con la Svizzera.Successive tappe sono quelle di Dervio, con il castello-recinto di Corenno Plinio e le case separate dalle “callogge” parallele, delle ripide gradonate pedonali ,e il nucleo rurale di Mandonico sopra Dorio. Superata la soglia della penisola di Piona, il sentiero si affaccia sul vasto declivio di Colico per arrivare a Pintanedo.                                                                    
 Il sentiero del Viandante interseca la ferrovia ed è perciò ben accessibile nelle diverse tappe, offre singolarità geologiche e botaniche e produzioni locali tipiche di grande gusto. Il cammino è stato certificato dal Touring Club Italiano per gli ottimi collegamenti ( treno, bus, navigazione) e le occasioni di intermodalità, 

per la segnaletica chiara e l’efficienza del sistema di informazione turistica, oltre che per la manutenzione e fruibilità del tracciato.Di grande rilievo sono le preziose risorse storico culturali e naturalistiche che il territorio offre. Come arrivare: linea ferroviaria- Lecco -Sondrio con stazioni in quasi tutti i Comuni; linea bus SAB con corse frequenti; battelli ed aliscafi della Navigazione Lago di Como“Con il programma di certificazione Cammini e Percorsi vogliamo avvicinare il pubblico ad esperienze di viaggio eccellenti e autentiche che valorizzino un turismo consapevole e di qualità.Con esso favoriamo inoltre l’avvio di 
un percorso di miglioramento del territorio attraversato dai cammini, mettendo in rete soggetti pubblici e privati.Dando impulso all’imprenditorialità locale, affinchè si traduca in benefici concreti economici e sociali”- ha spiegato Isabella Andrighetti, Responsabile Certificazioni e Programmi Territoriali del Touring. 
                                             Giuseppina Serafino

2 commenti:

  1. Che bello! Dev'essere veramente stupendo fare tutto il cammino in 4 giorni!

    RispondiElimina
  2. Io l'ho fatto diverse volte, a tappe di un giorno.Condivido che sarebbe bello vivere la magia di quei luoghi per un periodo prolungato!

    RispondiElimina