Autunno enogastronomico in Emilia

Saranno tanti gli appuntamenti che si svolgeranno lungo la Via Emilia tra Piacenza e Rimini con i prodotti Dop e Igp della Regione.  Gli appassionati di vini e di etichette pregiate troveranno tante opportunità al Valtidone Wine Fest, il 19 e 20 settembre a Trevozzo (Pc) con una rassegna di vini Doc dei Colli Piacentini e i migliori prodotti dell’Alta Val Tidone. Il profumato fungo che cresce nei boschi intorno a Borgotaro, sarà il protagonista della Fiera 
del Fungo di Borgotaro Igp con tanti eventi collaterali nel centro storico del luogo sopracitato , come trekking guidati perraccogliere i funghi. Parma, capitale italiana della cultura 2020/2021, ha organizzato per il 24 settembre al Parco della Musica (parco ex Eridania), uno speciale show cooking accompagnato da uno spettacolo di arie verdiane.  I salumi della tradizione norcina parmense saranno i protagonisti delle quattro tappe di “November Porc”…Speriamo ci sia la nebbia!” tutti i week end di 
novembre, dal 5 al 29 in una località diversa e con un maxi salume da degustare gratuitamente. La Sagra dell’uva e del Lambrusco Grasparossa nel borgo storico di Castelvetro dal 13 al 27 settembre, fra un assaggio e l’altro, proporrà yoga al tramonto, concerti d’arpa, colazioni fra gli ulivi, musica nell’aia, cene con delitto in vigna. Il 4 ottobre a Maranello è in programma il Gran Premio del Gusto, in Piazza della libertà, dedicato ai prodotti tipici modenesi. Castel San Pietro Terme, piccola città termale a 
due passi da Bologna, è la capitale italiana del miele, grazie ad una produzione documentata dal ‘700, esportata in tutto il mondo. Dal 18 al 20 settembre si tiene la Fiera e la Borsa del Miele con l’assegnazione del premio Tre Gocce d’Oro ad alcuni degli oltre mille mieli che arrivano da ogni parte d’Italia.A Savigno, piccolo borgo sulle colline bolognesi, è in programma dal 24 ottobre al 15 novembre, si terrà un Festival del Tartufo Bianco con degustazioni, mercato e trekking guidati con cani da tartufo.  Stessa manifestazione anche  nel centro medioevale di  Sant’Agata Feltria. Comacchio, la piccola Venezia, celebra nei tre week end , 
al 10 al 25 ottobre, la sagra dell’Anguilla fra canali, ponti barocchi ed atmosfere romantiche grazie alle escursioni a piedi o in barca nel grande e scenografico Delta del Po. Ravenna celebra il Sangiovese, suo nettare più famoso, con l’appuntamento “Giovin Bacco Sangiovese in festa”, dal 23 al 25 ottobre nel centro della città e con tour agli otto siti Unesco e tour danteschi. L’ultimo week end di settembre torna a Rimini Al Meni, il grande circo 8 e ½ dei sapori ideato da Massimo Bottura, in un’edizione dedicata a Federico Fellini a  100 anni dalla sua nascita. Tantissime opportunità di visitare l’Emilia Romagna per gustare il suo incantevole sapore.

                                               Giuseppina Serafino























 

Commenti

  1. Che belle idee per una gita fuori porta! ... e che fame!

    RispondiElimina
  2. Davvero invitante e di un certo "peso"...

    RispondiElimina
  3. Adoro le sagre autunnali fin da quando ero bambina! Pur vivendo in Emilia Romagna non sono mai andata a nessuna di queste. Savigno in particolare è non lontano da dove vivo. Ci farò un pensiero!

    RispondiElimina
  4. Se ti capita di andarci, degusta anche per noi!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Dolcissimo Natale

Viaggio tra i borghi europei più belli

Kufsteinerlaind d’incanto